Direttore Beppe Giuliano
Settimanale di Verona
Amianto compassionevole - Luca Sacchi, il papà Alfonso a Nastia: eri una figlia, gli hai scavato la fossa - Cina, il coronavirus uccide un medico: 41 vittime, chiusi i negozi di selvaggina - Riscatto della laurea a basso costo anche con più di 45 anni: pensione più vicina con l’agevolazione - RepTv - Il doppio referendum - Cina, la febbre nel cuore - TikTok e il lupo cattivo: perché il Garante privacy ha lanciato l’allarme sul social degli adolescenti -
Euler Hermes


homepage : articolo
Alta velocità Brennero serve logica di corridoio
di Redazione Web (del 24/11/2015 @ 16:37:14, Sezione Attualità)
"Se vogliamo essere incisivi nei confronti dei governi nazionali e dell'Europa dobbiamo ragionare in una logica di "corridoio", lavorando tutti insieme, da Monaco a Verona, per condividere con i nostri cittadini la sfida del trasferimento del traffico dalla gomma alla rotaia ". Così l'assessore all'ambiente e infrastrutture della Provincia autonoma di Trento, Mauro Gilmozzi, è intervenuto nel pomeriggio ai lavori dalla Comunità di azione Ferrovia del Brennero, riunita a Trento, di cui fanno parte i Länder e le Province interessate al Tunnel di base. "Abbiamo avanzato proposte concrete per affrontare al meglio questa sfida che - ha detto Gilmozzi - dobbiamo portare avanti con grande determinazione, sia a Nord che a Sud del Brennero, in modo da arrivare preparati fra 10 anni, quando l'infrastruttura sarà pronta". L'assessore ha poi avanzato una proposta: "Potremmo riunire tutti i sindaci dei territori interessati, da Monaco a Verona, per dimostrare quanto le istituzioni siano attente e partecipi al progetto".
"La comunicazione è molto importante - ha aggiunto Ingrid Felipe, assessora alla mobilità del Land Tirol - perché la realizzazione di grandi opere è possibile solo con la collaborazione delle comunità. Dobbiamo lavorare sempre più insieme, per far capire che quest'opera non riguarda solo il Brennero ma tutta l'Europa. Dobbiamo far capire a tutti perché è importante spostare il traffico dalla gomma alla rotaia". Parole condivise anche da Florian Mussner, assessore alla mobilità della Provincia autonoma di Bolzano, che ha evidenziato come la CAB stia lavorando bene, ponendosi come interlocutore credibile dei governi centrali e dell'Europa.  "Dobbiamo prepararci per tempo - ha detto Mussner - al travaso del traffico dalla strada alla ferrovia". Alla riunione era presenta anche il presidente della Provincia di Verona Antonio Pastorello, che ha evidenziato l'importanza del dialogo e del gioco di squadra. Nel corso della conferenza è stato presentato il rapporto annuale sulle attività della Comunità, la cui presidenza, dal 2015, è in capo al Trentino. Al centro dell'attenzione la prosecuzione dei lavori della galleria e delle tratte d'accesso del corridoio, il governo del traffico e l'introduzione di misure che incentivino l'intermodalità, l'aggiornamento dei dati sul traffico e sull'ambiente, le azioni di lobbying e lo sviluppo di ulteriori sinergie a tutti i livelli, in particolare con la Commissione europea e i governi degli stati interessati. L'orientamento, condiviso da tutti i partecipanti, è quello di predisporre, per tempo, misure comuni per incentivare il trasferimento del traffico dalla strada alla rotaia, al fine di abbattere le emissioni inquinanti (obiettivo condiviso a livello europeo anche nell'ambito delle azioni per contrastare il riscaldamento globale) e migliorare la qualità della vita delle comunità dei territori attraversati da quella che rimane una dei principali vie di comunicazione a livello continentale.
Nel corso dell'incontro sono stati approfonditi gli obiettivi strategici dell'attività della CAB e lo stato di avanzamento delle azioni per il loro perseguimento. E' stata confermata in primo luogo la necessità di una sempre più stretta collaborazione interistituzionale, come espresso dalle tre province dell'Euregio alla Commissaria europea ai trasporti Bulc nella lettera del 20 marzo scorso, a cui è seguito l'incontro del 17 novembre per illustrare i progressi sul versante delle azioni di accompagnamento. Tra le possibili misure è all’esame anche la verifica della fattibilità e delle condizioni per l’introduzione di un sistema di pedaggio Toll+, nell’ambito della direttiva Eurovignette. Per quanto riguarda il lavoro di lobbying la CAB sta promuovendo inoltre l'incontro con i ministri dei trasporti di Austria e Italia e con il coordinatore europeo del Corridoio Scan Med Pat Cox, per esaminare gli aspetti relativi alle certezze sui finanziamenti e sui tempi di realizzazione del corridoio (conformemente anche alla delibera adottata dal Gect-Euregio mercoledì scorso). Si è parlato inoltre dei progressi del progetto Rola-autostrada viaggiante, grazie anche a finanziamenti disposti dalla Regione Trentino-Alto Adige, progetto che vede al centro l'attività degli interporti; quello trentino, in particolare, che ha valenza regionale, dovrà aumentare progressivamente la propria attività al fine di contribuire al decongestionamento dell'autostrada A22, attualmente la più trafficata dell'arco alpino. A breve sarà definitivamente operativo l'osservatorio per lo sviluppo del corridoio del Brennero che potrà collaborare significativamente con l'osservatorio già operante a Bolzano. In quest'ottica risulta indispensabile lo sviluppo di ulteriori azioni per informare i territori e le popolazioni interessate al tracciato della nuova ferrovia. Il Trentino sta in particolare rilevando e aggiornando i dati riguardanti il traffico dei treni e gli impatti delle emissioni che potranno costituire un utile supporto anche per il lavoro di revisione delle misure del piano d'azione del Brennero da parte della Brenner Corridoi Platform. Per quanto riguarda la tratta Fortezza - Ponte Gardena (Lotto 1) è stato ricordato che il progetto preliminare è stato depositato presso il Ministero delle infrastrutture ed è partita la procedura autorizzativa per il via libera del Cipe. Per quanto riguarda il tratto Trento - Rovereto (Lotto 3) il progetto preliminare sarà presentato al Ministero delle infrastrutture ad inizio 2016, mentre per il tratto fino a Verona questo avverrà a metà del 2016. Gli amministratori di BBT SE (società incaricata della realizzazione del Tunnel di base del Brennero da Fortezza a Innsbruck) hanno spiegato che è stato già oggetto di affidamento circa il 55% dei lavori di costruzione. Ad oggi sono stati investiti 850 milioni di euro, sono state contrattualizzate prestazioni per 1.500 milioni di Euro e sono stati messi a gara lavori per oltre 1.400 milioni di Euro. I chilometri scavati ad oggi sono circa 43. Per quanto attiene il finanziamento del tunnel, l’Europa, nell’ambito del programma Connecting Europe Facility, periodo 2016-2019, ha assegnato al progetto 303 milioni di euro per il cunicolo esplorativo e 879 per la realizzazione delle canne principali. Austria e Italia hanno garantito la copertura a loro carico, anche oltre il periodo 2016-2019. Il CIPE ha aggiornato in diminuzione il nuovo costo totale dell’opera, pari a 8.800 milioni di euro, di cui 4.400 a carico dell’Italia. Per quanto riguarda l'accesso nord, i tecnici della Deutsche Bahn e dell’ÖBB hanno illustrato lo stato di avanzamento dei lavori sulla tratta d’accesso nord, evidenziando come 42 km di nuovo tracciato siano già in funzione da quasi 3 anni nella Bassa Valle dell’Inn. Inoltre, nell’area di progetto da Kufstein fino a sud di Rosenheim, è stata avviata nel corso del 2015 la procedura di definizione del tracciato e sono stati istituiti forum comunali e regionali per garantire il coinvolgimento di tutti i gruppi di interesse dei 13 comuni della zona. Nell’area di progetto estesa – da Rosenheim a Monaco - viene svolto uno studio di corridoio per determinare le basi progettuali e si vagliano varie ipotesi di tracciato tenendo conto dei traffici ferroviari tra Salisburgo, Mühldorf, Landshut e Monaco. Infine, è stato spiegato che il Consiglio dei ministri austriaco, nel Programma quadro 2016-2021, ha approvato il finanziamento del tratto Schaftenauf – Radfeld nella Bassa Valle dell’Inn, in modo da procedere con la pianificazione.
Articolo articolo  Storico storico Stampa stampa
 
# 1
Catherine from United Kingdom, August 20, 2012 at 9:24 PM Really enjoyed every mutnie of our holiday at this hotel. Helpful and friendly staff offering excellent service who all went out of their way to make sure our stay was as enjoyable as possible. The pool and garden area was superb, a lovely place to relax, plently of sun loungers and everywhere spotlessly clean, Great offer for eating in the restaurant and the food was excellent! The location is good only a few mutnies walk to the Lakeside promenade. Would recommend a Lake view room as being slightly elevated the view from the balcony over the Lake was lovely. Free car parking was also a bonus. Will definitely return to Garda and this hotel.
di  tNCFLM9rZW1  (inviato il 17/12/2015 @ 15:07:40)
# 2
Michael from Germany, September 25, 2012 at 10:25 AM Excellent staff and restaurant. For only an andatiodil 10 Euro per person you can have half pension which means a 3 course meal in the evening at the hotel restaurant which is quite excellent. Expect people to dress for the evening meals. The waiters wear white jacket and tie and are very professional in both appearance and manner. The hotel is a 5 minute walk to center of Garda, where all the action is. The hotel also has a very nice pool, 4 clay tennis courts, exercise facility and beautiful gardens. We loved it.
di  OlsGlH4PNo  (inviato il 18/12/2015 @ 03:24:16)
# 3
Erik from Norway, August 16, 2012 at 7:33 PM Nydelig mat, glimrende rehnold, hyggelig betjening, flott svf8mmebasseng, glimrende beliggenhet, veldig mye inkludert i prisen, kort og godt et kupp. http://znrnlyvzsr.com [url=http://hodinxlwouk.com]hodinxlwouk[/url] [link=http://idzwzvuqpb.com]idzwzvuqpb[/link]
di  gQFDbfA0E  (inviato il 18/12/2015 @ 10:38:39)
# 4
Absolutely first rate and coopbr-epttomed, gentlemen!
di  AD7XRXLe  (inviato il 19/12/2015 @ 10:38:41)
# 5
Elles from Netherlands, July 12, 2012 at 6:03 PM Camping Garden Tourist is een kleine cpnmiag met veel vaste plaatsen, het is er rustig en gemoedelijk. Wij hadden een heerlijk plekje onder de bomen. De eigenaar en het personeel zijn erg vriendelijk. Het sanitair is eenvoudig maar wordt goed schoongehouden. Er is een restaurant direct naast de cpnmiag en een supermarktje even verderop (net iets te ver om te lopen). Het zwembadje is 150/170 cm diep en is niet heel groot maar goed genoeg om even af te koelen. Langs de rand staan ligbedden. En ook niet veel Nederlanders (toen wij er waren, nog twee andere gezinnen) Wij vinden dat wel fijn; je bent tenslotte in het buitenland! Het Gardameer is 5 minuutjes wandelen. Wel waterschoentjes meenemen! Wij hebben hier een geweldige vakantie gehad! http://nslvtxpf.com [url=http://jcolwx.com]jcolwx[/url] [link=http://pglvrxquny.com]pglvrxquny[/link]
di  pGTMHdPC  (inviato il 19/12/2015 @ 21:00:57)
Anti-Spam: digita i numeri CAPTCHA
Testo (max 1000 caratteri)
Nome
email


Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.


^ Torna su ^

Cerca tra le notizie
 
gsk
Pillole
top
left euposia right
bottom
Titolo
Archiviati per sezione:
Agricoltura (143)
Ambiente (767)
Appuntamenti (70)
Arte (219)
Attualità (870)
Boomerang (2)
Bulldog (30)
Costume (2)
Cronaca (1469)
Cultura (210)
Economia (1040)
Happy hour (122)
Inchiesta (15)
Musica (3)
Pecora Nera (15)
Politica (523)
Pungitopo (1)
Quattro chiacchiere (8)
Redazione (2)
Salute (34)
Sanità (991)
Scuola (222)
Sogno o son destro? (110)
solidarietà (376)
Sparagli Piero (42)
Spettacoli (872)
Spin Doctor (63)
sport (156)
Tempo libero (106)

Archiviati per mese:
Novembre 2019
Ottobre 2019
Agosto 2019
Marzo 2019
Novembre 2018
Ottobre 2018
Settembre 2018
Agosto 2018
Luglio 2018
Giugno 2018
Maggio 2018
Aprile 2018
Marzo 2018
Febbraio 2018
Gennaio 2018
Dicembre 2017
Novembre 2017
Ottobre 2017
Settembre 2017
Agosto 2017
Luglio 2017
Giugno 2017
Maggio 2017
Aprile 2017
Marzo 2017
Febbraio 2017
Gennaio 2017
Dicembre 2016
Novembre 2016
Ottobre 2016
Settembre 2016
Agosto 2016
Luglio 2016
Giugno 2016
Maggio 2016
Aprile 2016
Marzo 2016
Febbraio 2016
Gennaio 2016
Dicembre 2015
Novembre 2015
Ottobre 2015
Settembre 2015
Agosto 2015
Luglio 2015
Giugno 2015
Maggio 2015
Aprile 2015
Marzo 2015
Febbraio 2015
Gennaio 2015
Dicembre 2014
Novembre 2014
Ottobre 2014
Settembre 2014
Agosto 2014
Luglio 2014
Giugno 2014
Maggio 2014
Aprile 2014
Marzo 2014
Febbraio 2014
Gennaio 2014
Dicembre 2013
Novembre 2013
Ottobre 2013
Settembre 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
Novembre 2012
Ottobre 2012
Settembre 2012
Agosto 2012
Luglio 2012
Giugno 2012
Maggio 2012
Aprile 2012
Marzo 2012
Febbraio 2012
Gennaio 2012
Dicembre 2011
Novembre 2011
Ottobre 2011
Settembre 2011
Agosto 2011
Luglio 2011
Giugno 2011
Maggio 2011
Aprile 2011
Marzo 2011
Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Dicembre 2008
Novembre 2008
Ottobre 2008
Settembre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Giugno 2008
Maggio 2008
Aprile 2008
Marzo 2008
Febbraio 2008
Gennaio 2008
Dicembre 2007
Novembre 2007
Ottobre 2007
Settembre 2007
Agosto 2007
Luglio 2007
Giugno 2007
Maggio 2007
Aprile 2007
Marzo 2007
Febbraio 2007
Gennaio 2007
Dicembre 2006
Novembre 2006
Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006

L'Adige - Archivio numeri arretrati
top
left pillole right
bottom
Titolo  
L'ADIGE di Verona

Autorizz.Tribunale C.P. di Verona
nr. 1356 del 16/3/99
Iscrizione al Registro Nazionale della
Stampa n. 8857 del 15/12/2000

CONTESTO EDITORE scarl
Palazzo Ravignani - Via Frattini, 3
37121 Verona

Presidente e Direttore Responsabile:
Beppe Giuliano
Caporedattore:
Nicoletta Fattori

Redazione e Pubblicità:
Via Frattini, 3 - 37121 Verona
Tel. 045 8002685
Fax 045 596242
Per l’invio di comunicati stampa:
desk@giornaleadige.it

 

Feed XML RSS 0.91
Feed XML Atom 0.3

Valid XHTML 1.0 / CSS top