www.giornaleadige.it

 

homepage : articolo : stampa
Prostituzione. Carica lucciola sull'auto aziendale: supermulta
di Redazione Web (del 30/08/2011 @ 16:55:05, Sezione Cronaca )
Aveva fatto salire una “lucciola” sull’auto aziendale, ma la Polizia municipale lo ha fermato e gli ha contestato la maxi-sanzione prevista dall’ordinanza antiprostituzione, ritirandogli la carta di circolazione, per uso diverso da quanto previsto dall’immatricolazione. È accaduto domenica scorsa nel tardo pomeriggio in via Case Ferrovieri dove un automobilista di 50 anni, residente nel Mantovano, è stato fermato dopo aver fatto salire sull’auto, una Toyota Avensis, una giovane prostituta rumena. Gli agenti hanno contestato all’uomo le due violazioni: quella all’ordinanza sindacale anti-prostituzione, che prevede una sanzione di 450 euro e quella relativa alla presenza di persone estranee all’attività professionale a bordo del mezzo commerciale, che ha fatto scattare la sanzione di 80 euro e il ritiro della carta di circolazione, che la Motorizzazione sospenderà da uno a sei mesi. Numerosi gli altri interventi effettuati lo scorso fine settimana dalla Polizia municipale: in via XX Settembre gli agenti hanno fermato un ciclomotore ed un motociclo, i cui conducenti sono risultati senza patentino, nel primo caso, e senza patente nel secondo. Lo scooter è stato sottoposto a fermo amministrativo per 60 giorni mentre la moto è stata sequestrata e il conducente denunciato all’Autorità Giudiziaria. Sabato, in zona San Zeno e sulle circonvallazioni, gli agenti hanno accertato 11 violazioni all’ordinanza antiaccattonaggio. Sabato pomeriggio in via San Paolo una donna veronese di 52 anni, alla guida di una Fiat 500, è stata fermata per falsificazione della copertura assicurativa. Con la 53enne veronese salgono a cinque le persone denunciate nell’ultima settimana per lo stesso motivo. Due conducenti infine sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria perché alla guida in stato di ebbrezza: si tratta di uno scooterista moldavo di 57 anni residente in Borgo Venezia fermato sabato pomeriggio in via Gramego dai Vigili di quartiere di Borgo Roma, e di un 66enne veronese uscito di strada in via Da Legnago, nella notte tra venerdì e sabato. Entrambi avevano valori di alcol nel sangue quasi quadrupli rispetto al consentito, di 0,5 grammi per litro. Oltre alla denuncia penale è scattata perciò la confisca dei veicoli, un Honda Bali e una Fiat Punto.

 

 giornaleadige.it © Copyright 1999-2020 Tutti i diritti riservati. - Privacy