day : 12/10/2020 8 results

Et voilà le chevalier blanc: il Banco studia i dettagli dell’alleanza col Crédit Agricole

Il titolo Banco BPM continua a restare nel fascio di luce dei principali operatori internazionali che danno per scontata la partecipazione dell'ex popolare scaligera al risiko bancario. Su piazza ci sono diverse realtà, ma il Banco ha indubbi vantaggi: un basso indice di sofferenze; 1,7 miliardi di partecipazioni e plusvalenze nascoste nelle pieghe del bilancio alla voce titoli di Stato; opera nelle due regioni più ricche d'Italia; ha 4,4 miliardi di fiscalità differita, che vuol dire non ...

Uno spettro si aggira per l’Europa: il default di migliaia di bravi imprenditori

(di Bulldog) Uno spettro si aggira per l’Europa, ed è lo spettro del default per migliaia di piccole imprese che si sono indebitate nel passato per sviluppare la propria attività e che oggi debbono fare i conti con la crisi da pandemia e col crollo del fatturato che ha contraddistinto almeno sei mesi di questo anno fiscale. Non sono ancora crollate, ma fra 79 giorni dovranno chiudere il bilancio. Dovranno mettere nero su bianco perdite di fatturato, dal 40 all’80% a seconda del settore ...

Dopo la politica, le società: la fusione AGSM-Aim è adesso operativa

Le Assemblee straordinarie dei soci di AGSM Verona e AIM Vicenza hanno approvato in data odierna la fusione per incorporazione di AIM Vicenza in AGSM Verona. Dall’integrazione tra le due società, con riferimento ai dati di bilancio dell’esercizio 2019, nascerà un Gruppo da circa 1,5 miliardi di euro di ricavi, 147 milioni di margine operativo lordo e oltre 2.000 dipendenti. Il nuovo soggetto, a capitale interamente pubblico, potrà giocare un ruolo di leadership nel settore delle mu...

Filovia? il flop prende la forma di 60 milioni di euro

Cinque giorni per annullare la rescissione del contratto: poi ATI andrà in giudizio. E il primo conto che arriva è quello dei mezzi realizzati e in produzione come da contratto: 60 milioni di euro. Passata l'euforia, per AMT e Comune viene il momento di fare i conti dello stop ad Opera, la filovia più sfigata della storia: conti politici (come si evidenzia qui) e conti economici, se la magistratura dovesse pronunciarsi a favore delle sei imprese dell'ATI. Oggi sono arrivate le contes...

Zero disciplina ad Hostaria, eppure il vino non ferma il Covid-19

(di Marco Danieli) “Quest’anno si svolgerà in sicurezza per rispettare tutte le norme anti-Covid” avevano assicurato gli organizzatori di Hostaria Verona, il festival del vino che questo weekend ha riempito le vie del centro storico. Le degustazioni dei vini, anziché essere sparse per tutto il centro storico come nelle scorse edizioni, sono state concentrate in piazza Bra, in piazza dei Signori ed in Cortile Mercato Vecchio, accompagnate da varie iniziative culturali, prima fra tutte ...

Flavio Tosi: Filovia? l’unica Opera sarà quella dei legali

AMT e Comune dovranno fare i conti per tanto tempo con la vertenza filovia: Flavio Tosi non ha dubbi. Federico Sboarina pagherà caro l'assenza di coordinamento e guida di AMT e ATI, la cancellazione del contratto in essere e le dichiarazioni rilasciate sulla possibilità di un nuovo accordo col ministero dei Trasporti. «In realtà, il conto lo pagheranno i veronesi, con una riduzione delle prossime disponibilità finanziarie del Comune nei prossimi anni» chiosa Patrizia Bisinella. Tosi ...

Non si arresta la moria dei Kiwi. Parte il tavolo nazionale richiesto da Allegri

(c.r.) Non si arresta il problema della moria dei Kiwi in provincia di Verona. Da Lazise a Valeggio , uno dei settori di punta del Made in Verona , sta attraversando una crisi senza precedenti.  La moria del kiwi è una patologia ancora poco conosciuta, ma che si sta diffondendo velocemente in tutta Italia. Il ministero ha lanciato una task force per trovare una soluzione. Primi casi di moria del kiwi si sono registrati in Veneto nel 2012. Negli ultimi anni questa patologia si è diffusa in ...

Paolo Borchia: Verona senza il Catullo non ha futuro; l’Italia senza una strategia in Europa è una follia

(di Stefano Tenedini) Dal 2019 a Bruxelles è l’unico parlamentare veronese: è stato eletto con la Lega dopo aver lavorato dieci anni alla UE da assistente parlamentare. Ha imparato i meccanismi legislativi, s’è mosso tra regolamenti e schieramenti, ha fatto rete anche con gli altri gruppi e oggi inizia a vedere i frutti di “un percorso che punta sui contenuti e non sulle parole d’ordine”. Funziona? Risponde Paolo Borchia, 40 anni e 37 mila preferenze. Si sente rappresentante ...