Ambiente, sociale, gestione: i criteri ONU nell’impresa. La formazione aziendale accoglie la visione sostenibile

Anche la sostenibilità deve diventare sempre più una componente centrale nella vita e nello sviluppo della società, e di conseguenza della formazione rivolta alle aziende. Imprenditori, manager e personali delle imprese devono diventare consapevoli che le linee guida dell’Onu faranno parte dello scenario con il quale occorre già abituarsi a interagire. I 17 criteri ESG (acronimo di Environmental-ambiente, Social-sociale e Governance-gestione e indirizzi aziendali) entrano così a pieno titolo nel percorso di crescita delle imprese e del personale.

Alla luce di questo cambiamento di visione generale la società di formazione veronese Cassiopea, fondata e guidata da Tiziana Recchia e attiva nel campo della consulenza e strategia aziendale, coaching e formazione del singolo e dell’organizzazione, ha di recente conseguito la certificazione Sustainability Impact Rating, incentrata proprio sull’agenda 2030 delle Nazioni Unite e rivolta alla valutazione del proprio indice di sostenibilità.

La formatrice Tiziana Recchia (Cassiopea)

“Ci proponiamo come interlocutore delle aziende che prevedano di coinvolgere sempre di più i partner che condividano la loro sensibilità sui temi ESG”, spiega Recchia. “Un riferimento che le stimola, e non solo per gli obblighi normativi, ad allineare la propria idea di sviluppo con il benessere di tutti gli stakeholder coinvolti, dai clienti ai fornitori, dai dipendenti agli investitori e alle comunità locali e internazionali”.

Cassiopea affianca le imprese nel rinnovare e supportare leader e manager, oltre a nell’individuare valori e mission dell’impresa e concretizzare la migliore strategia di crescita. Fino a far diventare con questo passaggio i temi ESG – non solo clima e ambiente, quindi, ma ad ampio spettro – parte integrante dello stesso codice etico aziendale.

Tra le altre aree di competenza della società si trovano anche il business coaching, lo sviluppo delle capacità e delle competenze del singolo, la consulenza aziendale pensata per le aziende in fase di cambiamento, il passaggio generazionale con la continuità d’impresa e la formazione del “brand ambassador”, la persona in grado di rappresentare e trasmettere le peculiarità e i valori dell’azienda.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail