Bardolino, dal PNRR tre milioni per isole ecologiche, scuole e percorsi pedonali

3 milioni e 284 mila euro: è la cifra complessiva di investimenti che verranno mobilitati dal Comune di Bardolino grazie ai finanziamenti Europei richiesti per il 2022 attraverso lo strumento del Pnrr. I progetti e la relativa documentazione sono stati presentati nei primi giorni di marzo e prevedono interventi di ampio respiro su tutto il territorio comunale: «Abbiamo stilato una lista di priorità che possano toccare diversi temi, da quello sociale a quello turistico, senza dimenticare l’ecologia e l’ambiente – ha spiegato il primo cittadino, Lauro Sabaini – I prossimi due anni saranno cruciali per tutte queste opere in cantiere che daranno un nuovo volto al territorio e offriranno servizi in più ai residenti».

Una delle quote più consistenti, di circa 1 milione e 150 mila euro sarà riservata a coprire parte dei lavori di ristrutturazione della parte monumentale della scuola secondaria di primo grado di Via Dante Alighieri in particolare all’adeguamento sismico della stessa. Altra opera particolarmente attesa e che è stata inserita nell’elenco di quelle finanziabili è la realizzazione delle isole ecologiche interrate meccanizzate: «L’opportunità di attingere a questi fondi ci permette di progettare con maggior celerità tutte quelle iniziative già in programma, ma che l’emergenza sanitaria ha rallentato se non addirittura bloccato – ha proseguito Sabaini – Il tema della raccolta dei rifiuti e dell’immagine urbana delle isole ecologiche è una delle nostre priorità che grazie al pnrr andremo a realizzare».

Ci sono poi circa 180 mila euro richiesti per la progettazione della sistemazione dell’illuminazione pubblica e del sistema idraulico su tutto il territorio e per il rifacimento della limonaia di Villa Carrara Bottagisio, ultimo stralcio rimasto nella definitiva ristrutturazione della villa del ‘500 oggi sede della biblioteca e di alcuni enti. Altri 200 mila euro, invece saranno destinati a progetti di promozione e valorizzazione delle opere monumentali: «Per poter ottenere questi finanziamenti occorre essere molto precisi nella scelta dei capitoli da cui attingere – ha proseguito Sabaini – e abbiamo quindi optato per alcune scelte che ci garantissero una maggior probabilità di portare nelle casse comunali l’intera cifra richiesta. Questo ci permetterà di utilizzare i fondi delle casse comunali su altre iniziative meno urgenti».

Non mancano nella richiesta anche l’adesione a progetti dedicati al sostegno delle persone vulnerabili, sui quali è il Comune di Sona il capofila, e la realizzazione di nuovi percorsi pedonali a completare il collegamento del capoluogo con Cisano attraverso Via Pralesi e Via Costabella: «I nostri uffici e il Segretario comunale hanno svolto un lavoro encomiabile per poter attingere a questi fondi ed è il motivo per cui siamo molto ottimisti sulla erogazione completa – ha concluso Sabaini – Non dimentichiamo che abbiamo già in cantiere il rifacimento dell’asilo nido e della scuola materna comunale attraverso un’altra tipologia di finanziamento. Se sommiamo anche questo a quanto ci garantirà il pnrr, possiamo dire che il volto di Bardolino cambierà radicalmente nei prossimi anni».

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail