Borgo degli Ulivi a Quinzano, lo scheletro torna a nuova vita

Abitazioni realizzate con materiali ad alta sostenibilità per rispettare e valorizzare lo spettacolo che la natura offre, spazi comuni dedicati al gioco dei bambini e ad attività di giardinaggio. Il tutto all’interno di una grande area pedonale «car-free». Nasce a Quinzano  «Verona Green Living», un progetto che rappresenta prima di tutto un’importante riqualificazione urbana. Non è un caso, infatti, che il punto di partenza sia costituito da un’autentica operazione di pulizia che avverrà avverrà a maggio. Il nuovo quartiere abitativo sorgerà al posto del «Borgo degli Ulivi» (nella foto di VeronaSera) i cui lavori, partiti nel 2008, si sono subito fermati lasciando sul posto unità abitative incompiute. Strutture degradate dal tempo che ora verranno completamente ripensate in chiave green.

Al centro di «Verona Green Living» ci sarà l’aspetto paesaggistico e naturale. A garantirlo il gruppo Pohl Immobilien, realtà altoatesina che sviluppa e realizza progetti immobiliari di grande valore in tutta Italia, e che sarà accompagnata nell’operazione da Volksbank – Banca Popolare dell’Alto Adige. Pohl Immobilien opera da 40 anni puntando sulla sostenibilità, con interventi basati sul rispetto del paesaggio circostante, come quello effettuato a Laveno, sulle sponde del Lago Maggiore, o nelle numerose iniziative di ristrutturazione e nuove costruzioni come per esempio l’Antonianum a Merano, un progetto che mette insieme realtà abitative di alta qualità che rispettano lo standard CasaClima – A – nature, realizzate in un’area verde dall’architetto Roman Delugan, fondatore del rinomato studio Delugan Meissl Associated Architects di Vienna. «L’area sulla quale interverremo ha una lunga e travagliata storia – spiega Hans Martin Pohl, Ceo di Pohl Immobilien –. Anche per questo motivo sarà massima la nostra attenzione nel rispettare le caratteristiche dell’ambiente che ospiterà le nostre abitazioni. Riteniamo fondamentale, come dimostrano i nostri interventi in Alto Adige e in tutta Italia, valorizzare in ottica sostenibile aree magari viste come periferiche ma in realtà “vicine” ai centri urbani e ideali per vivere e lavorare».

La riqualificazione prevede la realizzazione di poco più di 40 unità abitative di diverse dimensioni (da 55 a 160 metri quadrati), anche su più piani, con grande spazio verde sia privato che comune. Sono previste infatti aree dedicate ai bambini, agli orti urbani, allo scopo di favorire la creazione di una comunità coesa. Il tutto in un’area «car-free», completamente pedonale: le auto saranno lasciate in un parcheggio sotterraneo. L’intera operazione verrà realizzata in un’ottica di sostenibilità, sia per quanto riguarda i materiali di costruzioni che per l’utilizzo della geotermia per l’impiantistica.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail