Borgo Roma cambia volto: 4 reparti nuovi e tecnologie d’avanguardia

Sta prendendo forma il grande ammodernamento del Policlinico a Borgo Roma. Con i primi quattro reparti totalmente nuovi si sono aggiunti 22 posti letto in più per le degenze di Ematologia, Medicina d’urgenza, Medicina interna B e Medicina interna C. Con un investimento di 6 milioni dalla Regione e dallo stato, queste 4 Unità operative sono oggi all’avanguardia sia per le dotazioni tecnologiche e i dispositivi sanitari sia per la sistemazione alberghiera dei pazienti. 

Borgo Roma cambia volto: 4 reparti nuovi all'avanguardia

Il moderno sistema di trattamento dell’aria con ricambio completo (a finestre chiuse) da 6 a 10 volte l’ora, di cui sono dotati questi 4 reparti, è particolarmente importante per Ematologia perché riduce il rischio infettivo con pazienti trapiantati. 

Per la Medicina d’urgenza l’importante novità riguarda l’Open space, una sezione ad alta intensità di cura con 8 posti letto per patologie acute che permettono la ventilazione assistita senza intubazione e con monitoraggio costante cardiovascolare.

Tutti i posti letto sono predisposti per la telemetria con telecamere di sorveglianza nella postazione infermieristica e posta pneumatica per l’invio dei campioni ai laboratori che evita lo spostamento del personale soprattutto nelle ore notturne.

Borgo Roma cambia volto: 4 reparti nuovi all'avanguardia

Le stanze di degenza rispondono ai più elevati standard con servizi igienici per la movimentazione di carrozzine, maniglioni, antenne wi-fi, tivù, illuminazione a basso consumo, sistema di chiamata con display, stanze singole per l’isolamento. 

Borgo Roma rinasce

Callisto Bravi, Direttore generale: “Il rinnovo dell’ospedale di Borgo Roma è un grande obiettivo a cui stiamo lavorando da tempo perché le risorse necessarie sono ingenti. Vedere che prende forma è una bella soddisfazione perché è finita l’epoca di un policlinico ‘datato’ ed è finalmente cominciata quella del nuovo policlinico, che non ha nulla da invidiare al Polo Confortini”.   

Borgo Roma cambia volto: 4 reparti nuovi all'avanguardia

Prof. Mauro Krampera, direttore Ematologia: “L’ematologia passa a 18 posti letto compresi quelli per la sezione trapianti ad alta intensità, che sta per essere finito. Il problema dell’Ematologia è che ci sono pazienti ad alto rischio infettivo, il personale medico e sanitario è specializzato e selezionato ma sono indispensabili anche le strutture come ad esempio la filtrazione dell’aria. Oggi il reparto risponde perfettamente alle più avanzate esigenze di cura per i ricoveri ordinari, per i trapiantati e per le immunoterapie più avanzate”.

Prof. Domenico Girelli, direttore Medicina d’urgenza: “Adesso la nostra dotazione tecnologica è all’avanguardia, presente in pochi ospedali. Questi standard elevati rappresentano la moderna evoluzione della Medicina interna, che si occupa di pazienti complessi con più patologie e spesso anziani. Avere a disposizione queste tecnologie ci permette di erogare cure efficaci in tempi brevi e in maniera meno invasiva.

Borgo Roma cambia volto: 4 reparti nuovi all'avanguardia

La nostra area ad alta intensità, ad esempio, ci permette di trattare gli scompensi cardiaci acuti ma anche le difficoltà respiratorie gravi con ventilazione assistita non invasiva. A Borgo Roma abbiamo realizzato il concetto di ospedale moderno, in cui nello stesso reparto ci sono sezioni per le diverse intensità di cura a seconda della gravità dei casi perché la Medicina interna si occupa integralmente del paziente e non della singola patologia”.   

Prof.ssa Simonetta Friso, direttore Medicina generale B: “Siamo passati da 24 a 32 posti letto, che sono fondamentali perché il nostro reparto è specializzato in malattie molto frequenti di tipo immunologico e coagulativo, come patologia della coagulazione, trombosi, trombofilie, anemie falciformi, talassamia e anemie rare. In alcuni casi si tratta di casistiche invalidanti anche in persone giovani, ma più in generale sono pazienti complessi con molte criticità per i quali si richiede il ricovero ospedaliero in strutture come la nostra di particolare competenza. Per alcune patologie siamo centro regionale e nazionale di riferimento, quindi maggiori posti letto e un adeguato comfort per le degenze lunghe è molto importante”.   

Prof. Pietro Minuz, direttore Medicina generale C: “Anche noi siamo aumentati di 8 posti letto per coprire le necessità di patologie internistiche varie come cardiologiche, oncologiche e polmoniti, ma soprattutto per la nostra specializzazione che è l’ipertensione e le malattie cardiovascolari.

Borgo Roma cambia volto: 4 reparti nuovi all'avanguardia

Con la nuova tecnologia abbiamo aumentato la nostra capacità diagnostica in autonomia, come avviene ad esempio con gli scompensi cardiaci che rappresentano il 40% dei nostri ricoveri. Il vantaggio del nuovo reparto è anche la sua flessibilità modulare a seconda delle esigenze di cura e la telemetria che ci permette il monitoraggio costante dalla postazione centrale”.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail