Domani sciopero della raccolta dei rifiuti nella Bassa

(di Stefano Cucco) Lunedì 8 novembre si terrà lo sciopero dei lavoratori per tutte le imprese pubbliche e private del settore dell’igiene ambientale, proclamato da Cgil, Cisl, Uil e Fiadel per il protrarsi delle difficoltà nella trattativa volta al rinnovo del contratto collettivo. Pertanto, durante la giornata potrebbe non essere garantito il regolare servizio di raccolta rifiuti urbani da parte di SIVE, la società che svolge il servizio di igiene urbana nei Comuni di Legnago, Cerea, Boschi Sant’Anna, Minerbe, Pressana, Sanguinetto, Roveredo di Guà, Veronella, Zimella, Cologna Veneta, Bonavigo, Albaredo d’Adige e Villa Bartolomea. “Gli utenti”, informano da SIVE, “sono comunque invitati a esporre i rifiuti secondo il normale calendario della raccolta differenziata, avendo però cura di riportarli all’interno delle proprie abitazioni qualora non venissero ritirati, per esporli nuovamente al turno di raccolta successivo. Saranno comunque garantiti i servizi e le prestazioni minime indispensabili previsti per legge ovvero la raccolta rifiuti presso case di riposo, case di cura, ospedali, scuole e asili, caserme, stazioni e mense”.

Nei Comuni di Albaredo d’Adige, Cerea, Cologna Veneta, Legnago, Minerbe, Sanguinetto, Roveredo di Guà e Zimella, interessati da raccolta rifiuti urbani lunedì 8 novembre sarà garantita l’apertura degli ecocentri per l’intera giornata (orario 9-12 ; 14-17). Qualora non fossero svolti parte dei servizi previsti la medesima apertura sarà ripetuta martedì 9 novembre. Resta attivo il numero verde 800.11.44.88 per informazioni secondo l’usuale orario.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail