Gli “Angeli del Bello” alle Rigaste San Zeno: 335 ore per cancellare l’orrore dei writer

(di Marco Danieli) Intervento congiunto – qui il nostro video – pubblico/privato per la sistemazione delle Rigaste San Zeno, uno dei luoghi più belli della città, sede di passeggiate “romantiche” con la vista dell’Adige e di Castelvecchio, ma deturpate da graffiti ed altre brutture. L’intervento eseguito dall’Amia e dagli “Angeli del bello” è stato presentato oggi sulle bellissime Rigaste dall’assessore Marco Padovani, dal presidente dell’Amia Tacchella e dal presidente della onlus, l’avvocato Stefano Dindo che con i suoi “Angeli”, tutti volontari con materiale fornito dall’azienda hanno pulito i muri deturpati dalle scritte degli pseudo-writer selvaggi. Ci sono volute 335 ore di lavoro per pulire tutto. Dindo ha osservato che i cittadini impegnati gratuitamente in questo tipo di operazioni anti-degrado, poi a fine opera sentono anche un po’ loro quello che è stato ripulito. Quindi l’unica richiesta che fanno gli “Angeli del bello” per avere questa gratificazione morale e a tutela del lavoro svolto per tutta la cittadinanza è che vengano installate delle telecamere per monitorare che dopo qualche giorno non arrivi il solito idiota con la bomboletta a rovinare tutto.

Richiesta prontamente accolta dall’assessore alla Sicurezza Padovani che ha sottolineato l’importanza della collaborazione fra istituzioni e azienda pubblica e associazioni private. Tacchella, presidente dell’Amia ha ricordato che gli “Angeli del bello” operano a Verona da 12 anni. “Avevano iniziato togliendo gli adesivi appiccicati sulle panchine, – ha detto- pochi avrebbero pensato che a distanza di tanti anni avrebbero avuto la costanza dimostrata”.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail