Malcesine, accordo con Veneto Agricoltura per sistemare i sentieri del Monte Baldo

È stato firmato l’accordo di programma per lo svolgimento delle operazioni di gara congiunte e per la tutela dei sentieri del Monte Baldo fra il Comune di Malcesine e Veneto Agricoltura. Si tratta di una parte rilevante del “Bando Borghi” (vinto un anno fa dall’Amministrazione per un importo complessivo di 1,6 milioni di finanziamento) del quale una parte significativa è dedicata alla sistemazione dei sentieri.

Il progetto, che sarà realizzato attingendo ai fondi del Pnrr, contempla un quadro economico di un milione di euro e riguarderà i sentieri che partono dalla località di Ré de Còla, al confine con il Trentino, e terminano a Navene. I lavori prevedono un allargamento della sede stradale, con fornitura di panchine, accessori, cartellonistica, e la sistemazione, per quanto possibile, con opere di ingegneria ambientale di due “vai dell’acqua”. 

Malcesine, 1,6 milioni dal Bando Borghi

L’accordo di programma è stato sottoscritto dal Sindaco di Malcesine, Giuseppe Lombardi e dal Direttore di Veneto Agricoltura, Nicola Dell’acqua.

Veneto Agricoltura è l’ente strumentale della Regione Veneto che si occupa di implementare le politiche agricole, agroalimentari, forestali e della pesca e gestisce le aree demaniali del Baldo e si prenderà carico della manutenzione dei sentieri interessati dall’intervento anche oltre il 2026, termine previsto per la conclusione dell’intervento finanziato con fondi europei.

«Stiamo portando avanti assieme al Comune di Malcesine – ha spiegato Nicola dell’Acquaquesto importante progetto per rifare le strade silvo-pastorali, ovvero le vie di penetrazione situate all’interno delle aree forestali e pascolive, che non solo sono utili per portare turismo, ma soprattutto servono per la manutenzione dei boschi».

Malcesine, Veneto Agricoltura sarà la stazione appaltante

Nello scorso aprile l’intervento è stato inserito nel Piano triennale delle opere pubbliche e nei giorni scorsi è stata affidata la progettazione esecutiva che sarà approvata dal Comune ad inizio settembre, dopodiché partirà la gara per l’assegnazione dei lavori. Il Monte Baldo è una riserva naturale integrale. Di conseguenza la manutenzione dei sentieri deve essere eseguita con molta cautela e con precauzioni particolari rivolte al massimo rispetto dell’ambiente.

«Lavoreranno a questo progetto due squadre – ha illustrato Dell’Acqua – che da quest’anno per tutti i prossimi dieci anni eseguiranno la manutenzione. Una squadra sarà specificamente di Veneto Agricoltura, mentre l’altra sarà dei Servizi Regionali Forestali. Entrambe faranno progetti ed interventi per mantenere i siti con un decoro senz’altro utile al turismo, ma sempre tenendo presente prima di tutto che il Monte Baldo è una riserva naturale».

Il Sindaco di Malcesine, Giuseppe Lombardi, ha ricordato che «sono secoli che i sentieri del Baldo ci sono e la nostra Comunità li ha sempre preservati e mantenuti. Il progetto firmato con Veneto Agricoltura è volto a superare le difficoltà di intervento attuale derivanti dal fatto che l’intera area è una riserva naturale da salvaguardare. Speriamo che la collaborazione che nasce oggi con Veneto Agricoltura porti dei vantaggi a tutti».

Per Sara Pallua, Assessore al Turismo del Comune di Malcesine. «Si tratta di un progetto che mira alla destagionalizzazione del turismo nel nostro comune, che oltre alle magnifiche spiagge, si vanta di una grande storia alle sue spalle. L’iniziativa nasce infatti con l’obiettivo di unire due dei punti di forza di Malcesine: la natura e la cultura. Tra le novità, vogliamo anche inserire nei sentieri anche dei cartelli con Qr code per fare apprezzare ancora di più la storia dei nostri sentieri con descrizioni che saranno disponibili anche nel linguaggio Lis».

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail