Il valore del volontariato in periodo di pandemia. Conferenza servizi della Ulss 9 Scaligera

Quella del volontariato è senza alcun dubbio una delle attività che più dimostrano una concreta attitudine sociale. Il Veneto è, in proporzione al numero di abitanti, una delle regioni dove è più alto il rapporto popolazione/ associazioni no profit, ma soprattutto è la regione dove si registra il più alto impegno della gente in questo settore. E’ senza dubbio un modo per sentirsi utili ed è -perché no?- motivo di auto-gratificazione, ma poiché sono i risultati quelli che contano, attraverso il volontariato vengono colmati molti vuoti dell’organizzazione dei servizi sociali italiani. E di questo la pandemia è stata una dimostrazione evidente. Pensiamo solo alla campagna vaccinale. Sarebbe stato possibile vaccinare decine di milioni di persone se non ci fossero stati i volontari che vaccinavano e che soprattutto collaboravano per l’organizzazione e l’accoglienza delle persone? Sicuramente no. E chi non avesse ancora  afferrato il valore civile del volontariato ne ha avuto una prova concreta. Il fatto poi di essere riusciti a mettere in rete, a strutturare delle sinergie fra l’azione spontanea delle associazioni e quella delle istituzioni deputate all’assistenza socio-sanitaria è il presupposto perché il nostro paese possa essere esempio di civiltà. Di questo si è parlato oggi alla Gran Guardia nella Conferenza Servizi organizzata dalla Ulss 9 cui hanno partecipato il Direttore Generale dell’Ulss 9 Scaligera PietroGirardi, il presidente della Conferenza dei Sindaci, l’assessore ai Servizi Sociali di Verona Daniela Maellare, Flavio Pasini, presidente del Comitato dei sindaci del Distretto 3, Chiara Tommasini e Roberto Veronese di CSV Net, Pierino Fanno, ex calciatore del Verona dello scudetto, Gianmarco Padovani, presidente della 5^ Commissione del Comune di Verona e vice-presidente di Federfarma. Ha moderato il responsabile dell’Ufficio comunicazione dell’Ulss 9 Maurizio Facincani. Hanno portato alloro saluto il Sindaco Federico Sboarina, il Prefetto Donatao Carfagna, il vice- presidente provinciale David Di Michele ed il Vescovo Giuseppe Zenti.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail