La Lega veronese ha un nuovo dipartimento per la Famiglia

E’ stato affidato al consigliere comunale di Sona Antonella Tortella e ad Alberto Zelger consigliere comunale veronese, noto per il suo impegno cattolico. L’annuncio è stato dato sabato da Nicolò Zavarise, coordinatore provinciale e assessore al Commercio del Comune di Verona, e dal parlamementare Vito Comencini, responsabile del coordinamento cittadino. 

« E’ un tema fondante del nostro partito – ha spiegato Zavarise –. Gravi sono i problemi nelle nostre comunità e nel sistema Paese a causa della crisi demografica.  La famiglia ha una valenza e una priorità imprescindibili e coinvolge il tessuto sociale ed economico dell’Italia. Dietro a ogni impresa, a ogni azienda, ci sono famiglie.»

Anche Vito Comencini sostiene l’importanza delle politiche familiari. «La Lega oggi presenta un dipartimento molto importante, che rispecchia con coerenza i profondi ideali del partito in difesa della famiglia e della vita. Valori imprescindibili che non possono essere messi in discussione – ha aggiunto Comencini –. Perciò, abbiamo scelto di delegare queste sfide a due professionisti, con competenze adeguate, e che da tempo lavorano con la Lega. 

Nei gazebo della Lega – ha concluso Comencini –  verranno distribuiti dei volantini sulla questione del Ddl Zan, «Spiegando perché non solo noi siamo contrari a questa assurda e liberticida proposta di legge e ribadendo che la Lega vuole sostenere le famiglie al cento per cento».

Antonella Tortella ha spiegato che ha sempre considerato i temi della famiglia e dela vita  “i principi fondamentali del bene comune”. S’impegnerà per creare un gruppo per portare avanti le politiche familiari ed essere al servizio dei cittadini chesi possono rivolgere direttamente a noi.»

Alberto Zelger ha posto l’attenzione sulla crisi della natalità “e sui fenomeni ideologici che vogliono distruggere il nucleo fondamentale della società, come l’utero in affitto, il Ddl Zan.” Zelger ha anche rimarcato l’opposizione all’edicazione “gender” nelle scuole. “Non esistono genitore 1 e genitore 2 – ha concluso Zelger -ma mamma e papà”…

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail