Misure anticrisi a Verona: accordo Comune – Unicredit

E’ stata firmata oggi dall’assessore al Bilancio Pierluigi Paloschi la convenzione con UniCredit Banca che rende operativa la gestione degli anticipi fatture ai fornitori dell’Ente, di cui UniCredit è tesoriere. Grazie all’accordo, attraverso un nuovo processo semplificato, i fornitori del Comune potranno richiedere a UniCredit Banca l’anticipo degli importi che risultano da fatture emesse per forniture o contratti di servizio, evitando le incombenze e i tempi dell’atto pubblico[//] e della notifica, previsti per la cessione dei crediti nei confronti della Pubblica Amministrazione.

L’accordo avrà durata fino al 31.12.2012, data di scadenza della convenzione per la gestione del servizio di tesoreria del Comune da parte di UniCredit. “Dopo l’accordo con gli istituti di credito cittadini sottoscritto nell’ambito del tavolo anticrisi per consentire alle famiglie e alle piccole imprese in difficoltà di sospendere per 1 anno il pagamento delle rate dei mutui senza spese aggiuntive -dice l’assessore Paloschi– “è una nuova, concreta misura anticrisi messa in campo dall’Amministrazione comunale, anche se il Comune di Verona può vantare tempi di pagamento dei propri fornitori estremamente rapidi, mediamente entro i 60 giorni. Questo accordo, comunque, ci permette di attenuare gli effetti del blocco della spesa degli enti locali sull’economia, ed in particolare sulle aziende fornitrici dell’Amministrazione. Abbiamo trovato in UniCredit un interlocutore disponibile, che ha saputo leggere il problema ed offrire una soluzione: ci auguriamo che anche altri istituti di credito seguano la stessa strada”.

Per Romano Artoni, Direttore Commerciale Triveneto Ovest di UniCredit Banca, che ha sottoscritto la convenzione «è un ulteriore strumento messo a disposizione delle imprese del territorio che possono così contare su una maggiore liquidità in una fase delicata della crisi economica. L’anticipazione dei crediti vantati dai fornitori del Comune di Verona, del quale siamo tesorieri, da oggi è operativo con formalità minime. Abbiamo un patrimonio di rapporti decennali con il capoluogo scaligero, rapporti che hanno contribuito a rafforzare nel tempo la nostra identità di banca locale. E apprezziamo gli sforzi posti in atto da questa Amministrazione, nella direzione del sostegno alle famiglie ed alle piccole imprese suggellato con la firma, nei giorni scorsi, dell’Accordo anticrisi, al quale abbiamo non solo prontamente aderito ma anche collaborato».

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail