Oppeano, i certificati anagrafici si possono ottenere anche in tabaccheria

(di Stefano Cucco) Per venire incontro alle esigenze dei propri cittadini Oppeano è il primo Comune del Veneto ad attivare il servizio di rilascio e stampa dei certificati anagrafici presso gli esercizi dei tabaccai associati alla Federazione italiana tabaccai (Fit). Due sono le attività del territorio che hanno aderito al progetto, vale a dire la tabaccheria “Massagrande” di Paola Maestrello, che si trova nel capoluogo in via Roma al civico 89, e la tabaccheria “Il Quadrifoglio” di Sabrina Boninsegna, che si trova invece nella frazione di Ca’ degli Oppi, in via Croce al numero128.

La convenzione è stata siglata dall’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Pierluigi Giaretta e da Fit con la collaborazione di Novares, società del gruppo Fit. “Oppeano”, spiega l’assessore Luca Faustini, “è il primo Comune in Veneto ad attivare questo tipo di servizio a favore ella cittadinanza, nell’ottica di un allargamento dei servizi di prossimità: con la collaborazione dei tabaccai il servizio è efficiente ed utilizzabile dagli utenti che ad oggi risultano avere maggiore difficoltà nell’accesso ai sistemi digitali. Il Covid-19 è un acceleratore di tendenze in atto e spinge all’innovazione. Tramite questo servizio i certificati sono ora a portata di tutti”.

Nella fattispecie, i certificati anagrafici, come quelli di residenza o dello stato di famiglia, possono essere rilasciati anche in tabaccheria, e i cittadini non dovranno necessariamente recarsi in municipio per ottenerli. A breve l’adesione al progetto potrà essere estesa a tutte le tabaccherie associate Fit del Comune di Oppeano, per diventare una grande rete civica al servizio dei cittadini. Per ogni operazione di rilascio dei certificati il costo è di 2 euro Iva compresa.

“E’ altresì importante sottolineare”, prosegue Faustini, “che i certificati vengono richiesti e rilasciati in tempo reale, eliminando prenotazioni, telefonata, appuntamenti, attese e spostamenti. In pratica mentre prima il cittadino spesso chiedeva un permesso lavorativo, ora può ottenere il certificato nella sua frazione di residenza, tramite la tabaccheria di fiducia. Inoltre, il Comune supporta e valorizza le attività del territorio, integrando alcuni servizi comunali e aiutandole a divenire sempre più punti di riferimento per le persone, creando una rete territoriale diffusa. Il nostro Comune”, conclude, “sta puntando sempre più all’innovazione e ai servizi al cittadino e questo nuovo progetto va in questa direzione”. Ma anche Fit è soddisfatta per la convenzione siglata. “Siamo davvero felici”, commenta Roberto Forini, presidente di Fit, “di poter collaborare con le istituzioni affinché le nostre attività possano essere vicine ai cittadini, agevolandoli nelle loro incombenze quotidiane e svolgendo così anche una funzione di servizio. La nostra categoria ha subito ben risposto a questo nuovo progetto e presto altre tabaccherie vi aderiranno”.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail