Smart.Met, Viveracqua guida la ricerca europeo contro lo spreco d’acqua

Per una spesa complessiva di 4,3 milioni di euro finanziati per il 90% dall’Unione Europea nell’ambito del programma di ricerca “Horizon 2020”, “Smart.Met” ha portato alla creazione ex novo di sistemi di misura “intelligenti”, in grado cioè di misurare, registrare e trasmettere in tempo reale dati relativi al consumo di acqua delle abitazioni, così da permettere alle utilities di gestire al meglio le risorse pubbliche e garantire un miglioramento del servizio all’utenza. Abbreviazione di “Water Smart Metering” (ovvero “misurazione intelligente dell’acqua”), Smart.Met” è un progetto europeo di ricerca e sviluppo nel campo della telelettura di durata quinquennale, avviato nel 2017 da una rete di sette società pubbliche che gestiscono sistemi acquedottistici da cinque Paesi membri – Italia, Francia, Spagna, Belgio e Ungheria – allo scopo di dare vita a nuove soluzioni tecnologiche per la misurazione dei consumi dell’acqua. Obiettivo? Lavorare congiuntamente a sfide condivise (dai cambiamenti climatici all’obsolescenza delle infrastrutture) per ridurre perdite e sprechi, così da abbattere i costi operativi e migliorare il servizio offerto ai cittadini. A rappresentare l’Italia è Viveracqua, consorzio che riunisce i dodici gestori idrici a totale proprietà pubblica con sede in Veneto, capofila del progetto.

Tre i binari su cui il progetto si è sviluppato – ricerca, innovazione e industria – per altrettante fasi, avviate previo appalto pre-commerciale congiunto (PCP per la misurazione intelligente dei consumi idrici). Nel corso della prima fase, definite le esigenze comuni dei gestori idrici, sono state individuate le aziende europee incaricate di progettare nuove soluzioni tecnologiche. Nella seconda, si è passati allo sviluppo dei prototipi. Infine, la sperimentazione sul campo di due tipologie di contatori smart per complessivi tremila prototipi installati in prova in cinque contesti operativi reali diversi (siti urbani, rurali, misti), individuati tra i bacini di utenza degli acquirenti pubblici coinvolti nell’appalto. Per l’Italia, come sito di test è stata scelta Vicenza. Caratteristiche dei prototipi e funzionalità, i parametri al centro della valutazione del modello più aderente alle necessità dei gestori tra la soluzione proposta dall’azienda italiana Telereading e quella progettata dalla belga Hydroko Ng. Entrambe le aziende avranno la possibilità di brevettare e immettere sul mercato i loro prodotti.

Monica Manto, presidente di Viveracqua: «Partecipiamo a un progetto che vede coinvolti partner di caratura internazionale, mettendo a fattore comune le competenze maturate dai nostri gestori soci e acquisendone di nuove. Il progetto ha una rilevante importanza nell’ambito della digitalizzazione dei servizi e precisamente dei sistemi di trasmissione e gestione dei dati sui dispositivi di misura installati presso le utenze. Abbiamo lavorato con l’obiettivo di sviluppare soluzioni tecnologiche in grado di migliorare le prestazioni dei gestori e la qualità del servizio offerto attraverso contatori intelligenti che, oltre a garantire un continuo monitoraggio delle reti per la riduzione delle perdite, consentano di ricevere input di gestione. Il lavoro di squadra è nel DNA di Viveracqua, che ne ha fatto un modello di cooperazione nel servizio idrico. Con “Smart.Met” abbiamo allargato ancora di più l’orizzonte, mettendo a sistema competenze ed esperienze condivise a livello europeo. Uniti è più facile ottenere risultati in progetti di interesse comune e diffuso».

Viveracqua è la società consortile che raggruppa tutti i gestori idrici a totale proprietà pubblica con sede in Veneto per un totale di 580 Comuni tra Veneto e Friuli Venezia Giulia e 4,8 milioni di cittadini serviti per acquedotto, fognature e depurazione. Il consorzio è nato il 30 giugno del 2011; anno dopo anno alla rete si sono via via aggiunte tutte le società pubbliche in house con sede in Veneto. La società consortile è oggi formata dai soci Acquevenete, Acque del Chiampo, Acque Veronesi, Alto Trevigiano Servizi, Azienda Gardesana Servizi, Bim Gestione Servizi Pubblici, Etra, Livenza Tagliamento Acque, Medio Chiampo, Piave Servizi, Veritas, Viacqua.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail