Sona intitola al Milite Ignoto l’area verde di San Giorgio in Salici

Nel centesimo anniversario della “Sepoltura della Salma di un Soldato Ignoto” all’Altare della Patria a Roma, il Comune di Sona valorizza la ricorrenza intitolando al cittadino onorario “Milite Ignoto” l’area verde circostante il Centro Servizi in Via Don Vittorio Castello a San Giorgio in Salici nel corso di una cerimonia che si terrà la mattina del 4 novembre.

Dopo la Cittadinanza onoraria del Comune di Sona, deliberata in occasione di una toccante seduta del Consiglio Comunale di martedì 14 settembre 2021, le Autorità, insieme alle sezioni locali delle Associazioni d’Arma e le forze Armate del territorio – Associazione Nazionale Combattenti e Reduci, Associazione Nazionale Alpini, Associazione nazionale Fante, Associazione Nazionale Bersaglieri, Associazione Nazionale Carabinieri – alle scuole e ai cittadini si riuniranno per intitolare al Milite Ignoto uno spazio pubblico «La scelta è simbolicamente ricaduta su questo luogo di incontro e di aggregazione di cittadini di tutte le età — dichiara il Sindaco Gianluigi Mazzi — con la volontà di rendere ulteriore testimonianza dell’ossequio ed onore della Comunità sonese al sacrificio degli italiani e dei concittadini di Sona che nel Primo conflitto mondiale immolarono la propria vita per la Patria»

La cerimonia di intitolazione inizierà alle ore 10.15 di giovedì 4 novembre con l’adunata delle Associazioni d’Arma nel piazzale della Chiesa parrocchiale di San Giorgio in Salici dove, alle ore 10.30, verrà celebrata la Santa Messa. Alle 11.30 ci sarà la deposizione della corona presso il monumento ai Caduti in piazza della Chiesa e alle 11:40 circa si terrà il rito di intitolazione vero e proprio dell’area verde che così diverrà “Parco del Milite Ignoto”, con l’alzabandiera, la scopertura della targa, la deposizione della corona, la benedizione, il discorso del Sindaco e la lettura di poesie da parte di una bambina e di un bambino delle Scuole di San Giorgio in Salici.

Al termine, i bambini della Scuola Primaria e dell’Infanzia della frazione libereranno in cielo dei palloncini con appesi messaggi di speranza e di pace e si potrà visitare, in sala civica, l’esposizione dei loro temi e disegni.

La sola Comunità di Sona, nel Primo conflitto mondiale, ha perduto ben 104 concittadini, morti sul campo, in prigionia, per malattia o dispersi perciò «Nell’assegnare la cittadinanza onoraria e nell’intitolazione del Parco al Milite Ignoto manifestiamo la volontà di ricordare tutti coloro che hanno dato la vita per la nostra Patria, nel primo conflitto mondiale e non solo — commenta la Consigliera con delega alle Scuole Antonella Dal Forno — E la forte e sentita partecipazione delle Scuole testimonia la volontà di affidare alle generazioni presenti e future la memoria del Milite Ignoto e del sacrificio dei 650.000 soldati, alcuni di loro ancora giovanissimi, che nel primo conflitto bellico mondiale hanno immolato la vita per noi posteri e di rammentare l’indicibile sofferenza causata dalla guerra.» Per l’occasione del centenario della traslazione della salma da Aquileia all’Altare della Patria a Roma, è stato recuperato negli archivi comunali dallo storico Renato Salvetti e restaurato il manifesto originale affisso in Comune il 4 novembre 1921 per dare notizia della traslazione della salma. L’Amministrazione ha realizzato, di questo manifesto, 750 copie in formato cartolina che verranno distribuite alla cittadinanza a ricordo del centenario e dell’alto valore simbolico di questo evento di intitolazione del Parco al Milite Ignoto.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail