chievo 59 results

Sventato furto grazie agli impianti di video-sorveglianza al Centro Sportivo BNC Chievo. Casali: la sinergia Agsm-Aim Comune per la sicurezza funziona

Nelle scorse settimane - qui l nostro video - grazie alla telecamere di video-sorveglianza installate lo scorso novembre dal Comune di Verona in collaborazione don Agsm-Aim negli impianti sportivi BNC Noi Chievo di via Puglie, è stato sventato un furto e le immagini registrate sono state consegnate agli inquirenti. Il progetto di video-sorveglianza era stato voluto dall’allora assessore al Patrimonio del Comune di Verona Andrea Bassi, recentemente dimessosi, ed è stato realizzato per ...

Plusvalenze nel calcio. Tutti prosciolti. Il Chievo per lo stesso motivo era stato annientato.

La vicenda plusvalenze riguardava molte società di serie A, a cominciare dalla Juventus, il caso più clamoroso, ma anche Napoli, Sampdoria, Genoa ed Empoli. In B erano le più coinvolte Pisa e Parma. Il Tribunale Federale della Lega Calcio ha prosciolto tutti i club e relativi dirigenti coinvolti da tutte le accuse. Le motivazioni verranno rese note più avanti, ma intanto cadono le richieste della Procura Federale che aveva chiesto per il presidente della Juve, Andrea Agnelli, un anno ...

Ex-Officine Cardi. Traguardi ascolta gli abitanti del Chievo

Traguardi è sul territorio - qui il nostro video - . Soprattutto in vista delle elezioni comunali di maggio, l’associazione più vitale del centrosinistra veronese, quella che ha candidato Damiano Tommasi, punta a creare un rapporto diretto con la gente dei quartieri. E lo fa su un problema importante per il quartiere del Chievo come quello riguardante la riqualificazione delle strutture e dell’area delle ex Officine Cardi. Con una conferenza stampa uno dei due leader di Traguardi, il ...

Campedelli a Report: hanno voluto fare fuori il Chievo. Ma l’avevano già capito tutti

Francamente dopo che Luca Campedelli, annunciando la sua intervista a Report, aveva detto“Non so che farò di me dopo questa intervista…cercherò di andare avanti. Credo che sia l’ultima intervista che rilascio” ci si aspettava un’intervista col botto, delle dichiarazioni esplosive, un j’accuse sul calcio italiano che avrebbe fatto scalpore. Era stato zitto per mesi. Aveva assistito impotente alla distruzione del suo Chievo, annientato dalla giustizia sportiva e amministrativa. Ma ...

Plusvalenze. Calciopoli. Juve. Chievo. Francesco Farina spiega il calcio visto da dentro

Prima di essere manager e sindaco di un comune della provincia di Verona -Palù- Francesco Farina, 64 anni, ha avuto una lunga esperienza nel mondo del calcio. Figlio d’arte - suo padre Giussy, prima di essere presidente del Milan, è colui che ha scoperto e lanciato nientemeno che il compianto Paolo Rossi- è stato per anni presidente del Modena. Ha conosciuto profondamente il mondo del calcio ed i suoi protagonisti. Dopo il tentativo di qualche mese fa da parte di alcuni grandi club di ...

Il caso plusvalenze a Report. Intervista a Campedelli su quello che accadde al suo Chievo

"Tutti i trucchi delle big del calcio italiano Non è la prima volta che si accendono i riflettori sulle plusvalenze delle società di Serie A. Prima del caso che coinvolge la Juventus, erano finite nel mirino degli investigatori Chievo Verona e Cesena. Entrambe le squadre oggi sono fallite. Il presidente di quella che fu la Cenerentola della Serie A, che arrivò a giocare i preliminari di Champions League nel 2006, si racconta in esclusiva a Report. Lunedì in prima serata su Rai3” Que...

Moggi: le plusvalenze le fanno in tanti. Strumento per colpire la Juve. E il Chievo no?

Luciano Moggi è uno che se ne intende di calcio. E non solo di quello giocato. A suo tempo, direttore generale della Juventus, fu al centro di uno scandalo noto con il nome di “calciopoli” condannato per essere “l'ideatore di un sistema illecito di condizionamento delle gare del campionato 2004-2005 (e non solo di esse)». Sono passati quasi vent’anni da quello scandalo. Oggi Moggi torna a parlare prendendo spunto dal caso plusvalenze della Juve."Mi sembra l'inizio di una nuova ...

Juve indagata per le plusvalenze. Come il Chievo. Tutto partì da lì

La fine del Chievo è iniziata con il caso delle plusvalenze. Un’indagine partita da Cesena aveva fatto emergere che fra il 2015-2018 nella compravendita fra la locale società di calcio il Chievo aveva gonfiato il ricavi per ottenere l’iscrizione ai campionati pur non avendone i requisiti finanziari.  40 milioni il debito accumulati dalle due società con l’erario. La società di Campedelli,  che prima pareva venisse retrocessa, ma poi venne penalizzata di qualche punto, venne ...

“Ho fatto trentuno”. Il libro su Pellissier che riparte da zero

La caratteristica del Chievo è stata la simpatia. Faceva simpatia la squadra del piccolo quartiere arrivata a giocare in serie A dov’era rimasta quasi vent’anni. E faceva simpatia l’approccio: niente grilli per la testa, massima correttezza e fair play. E quel suo presidente musone, un po’ strano, che non parlava mai…col Chievo  diventava simpatico perfino lui. Sergio Pellissier s’è messo a ricostruire sulle macerie. Una grand intuizione: puntare sulla simpatia. Come fa ...

Pellissier presenta la sua “Clivense”. Altro nome e altri colori perché è un’altra cosa dal Chievo della favola.

Questa mattina - qui il nostro video - al Payanini Center Sergio Pellissier,  ex capitano e bandiera del Chievo, ha presentato il progetto FC Clivense, di cui è presidente e fondatore assieme a Enzo Zanin. Il nuovo club, che giocherà in Terza Categoria, ma che punta ad entrare nel calcio professionistico già dall’anno prossimo, nasce con l’obiettivo di sintetizzare tutto il bello che uno sport come il calcio deve e può dare. E’ un progetto di sostenibilità, finalizzato a dare ai ...

Chievo? Pellissier ci prova ripartendo da zero

Si chiama “Chievo 2021” e non “1923” il Football Club che Sergio Pellissier sta mettendo in piedi per ricominciare senza Campedelli l’avventura dei “Mussi volanti” bruscamente interrotta dalla giustizia sportiva e amministrativa. Non ci dev’essere nessun legame né riferimento alla società di via Galvani. E così per iscriversi al campionato della3^ categoria come squadra soprannumeraria -il girone era già al completo, ma questo consente il regolamento della Figc- ecco il ...

Il Consiglio di Stato ha bocciato il ricorso del Chievo.

Adesso è proprio finita. Il Consiglio di Stato ha bocciato il ricorso del Chievo. Adesso a Campedelli rimane solo di ricorrere alla Corte di Giustizia Europea, ma si tratta di una possibilità formale. Sono troppi gradi di giudizio, sia in ambito sportivo che in ambito amministrativo ad aver sancito la non ammissibilità del Chievo ai campionati professionistici. Quindi nemmeno la serie D potrà essere il punto di ripartenza. Chiunque raccoglierà l’eredità del Chievo dovrà ripartire dai ...

L’amaro sfogo di Campedelli a Repubblica: nessun rispetto per i 92 anni di storia del Chievo

Luca Campedelli, presidente del Chievo, ha rotto il silenzio con un’intervista pubblicata oggi da Repubblica. Senza mezzi termini ha accusato la Federazione Gioco Calcio di aver avuto nei confronti del suo club un atteggiamento intransigente sulla situazione debitoria. “Il Tar ha dato ragione alla Figc. Giovedì ci presenteremo al Consiglio di Stato, che ha accettato di anticipare l’udienza. Chiediamo - dichiara Campedelli a Repubblica-  l’iscrizione alla Serie B in soprannumero. ...

Chievo. Il Consiglio di Stato anticipato al 26 agosto

“Spes ultima dea”  dicevano gli antichi romani.  “La speranza è l’ultima a morire”  diciamo noi. E questo vale anche per il Chievo. Dopo la bocciatura del ricorso presentato al Tar del Lazio rimane come estrema, anzi, si teme, remota possibilità il giudizio del Consiglio di Stato. L’udienza per l’esame del ricorso di Campedelli e del suo team di avvocati, fra i quali figlio del presidente della Repubblica, l’avv. Bernardo Giorgio Matarella, era prevista per la prima ...

Il Tar del Lazio ha respinto l’ultimo ricorso del Chievo

Il Tar del Lazio riunito collegialmente ha esaminato ieri il ricorso presentato dal Chievo, ma solo stamattina è stato possibile conoscere l’esito. Il ricorso è stato respinto poiché la situazione debitoria della società di via Galvani è stata ritenuta incompatibile con le norme regolamentari che definiscono i criteri per la partecipazione al campionato di serie B. E’ stato confermato quanto decretato dal giudice monocratico della giustizia amministrativa e quanto aveva deciso ...