Verona premiata per il fotovoltaico del Bentegodi

Martedì 12 gennaio in Campidoglio, alla presenza del Sindaco di Roma Gianni Alemanno, verrà assegnato un riconoscimento al Comune di Verona nell’ambito del Premio internazionale per il clima e l’ambiente “Un bosco per Kyoto”, promosso dall’Accademia Kronos con l’adesione del Presidente della Repubblica. [//]

Il premio sarà ritirato dall’assessore all’Ambiente Federico Sboarina e dal presidente del Consiglio comunale Pieralfonso Fratta Pasini, accompagnato dal consigliere comunale del PD Orietta Salemi. “Il riconoscimento al Comune di Verona –spiega Sboarina- è stato assegnato principalmente per aver realizzato in soli sei mesi, in collaborazione con AGSM, il più grande impianto fotovoltaico in Italia su struttura sportiva, installando 13.328 pannelli fotovoltaici sul tetto dello stadio Bentegodi, che produrranno 1 megawatt di potenza: energia pulita per circa 400 famiglie e 550 tonnellate in meno di anidride carbonica nell’aria ogni anno. Ringrazio il presidente Fratta Pasini e le consigliere Orietta Salemi e Maria Luisa Albrigi –conclude Sboarina- per aver creato i presupposti per la partecipazione al Premio del Comune di Verona, selezionato dalla commissione giudicatrice fra i Comuni italiani che si sono maggiormente distinti nella difesa ambientale, nell’utilizzo di fonti energetiche alternative e nei progetti di sensibilizzazione della cittadinanza sui temi ecologisti”. Oltre alla realizzazione del grande impianto fotovoltaico, nel 2009 l’assessorato all’Ambiente del Comune di Verona ha messo a disposizione dei cittadini 157 mila euro di eco-incentivi: 20 mila per l’acquisto di biciclette elettriche; 40 mila per l’installazione di impianti a metano o gpl su auto a benzina; 67 mila per la sostituzione di vecchie caldaie a gasolio con quelle a metano e 30 mila per lo smaltimento di coperture in amianto. Inoltre sono stati piantati nel parco dell’Adige Nord circa 2 mila alberi nell’ambito del progetto “Un albero per ogni nato”, che porterà, entro il 2012, a oltre 10 mila nuove piante che garantiranno 25 tonnellate in meno di anidride carbonica nell’aria ogni anno. Le iniziative di educazione ambientale nelle scuole hanno coinvolto 10.000 bambini. Entro i prossimi mesi, infine, Verona adotterà il primo Piano Energetico Ambientale Comunale oltre al nuovo Piano di Azione e Risanamento della Qualità dell’Aria, che interesserà anche i 17 comuni dell’area metropolitana. Anche l’Orchestra Giovanile Veronese parteciperà martedì prossimo, in Campidoglio, alla cerimonia del Premio Internazionale per il Clima e l’Ambiente. A partire dalle ore 15 i giovani musicisti dell’orchestra e del coro eseguiranno brani dall’opera “Curupira, il suono della Terra”, ispirata al rapporto fra Uomo e Natura e alla necessità di tutela dell’ambiente: composizione di Giannantonio Mutto, con libretto di Valentino Perera e narrazione di Giovanni Signori. L’esecuzione dell’opera sarà accompagnata dalla proiezione di immagini tratte dai cataloghi della Mostra Internazionale di Illustrazione per l’Infanzia di Sàrmede. La direzione dell’orchestra è affidata a Stefano Gentili e Carlo Miotto; la preparazione del coro a Valentino Perera.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail