Continua la crescita dei contagi. Lieve invece quella dei ricoveri

Nuovo ‘record’ di contagi giornalieri da Coronavirus in Veneto, con 16.871 casi in 24 ore, che portano il totale delle infezioni da inizio pandemia a 703.750. Ciò significa che 700 mila veneti su circa 5 milioni hanno già contratto il Covid da inizio pandemia. I morti sono stati 28, che portano il totale a 12.473. Lieve aumento dei ricoveri: 1.395 in area medica (+29) e 211 in terapia intensiva (+2). A Verona e provincia i nuovi casi sono stati 3.315 e 3 morti. I ricoverati nei reparti non critici sono attualmente 223 (+10), in terapia intensiva 32 (+2). Questi numeri, come del resto quelli delle altre regioni – in Italia ieri c’è stato il record dei contagi,170.844 e 259 decessi -, rendono inutile il lavoro di contact tracing che veniva fatto prima per individuare le linee di contagio.  Il nodo da sciogliere adesso è quello del ritorno a scuola che il governo ha deciso di mantenere al 10 gennaio. Zaia, preso atto che le scuole, specie le primarie, sono i luoghi dove in questa fase si sono manifesti più contagi, ha osservato che “non sarebbe una tragedia prolungare le vacanze fino a febbraio”, quando si calcola avremo superato il picco dei contagi. Oggi nel pomeriggio si riunirà la “cabina di regia” e quindi il Cosiglio dei Ministri, entrambi presieduti da Draghi, per definire le ulteriori misure da prendere per contenere i contagi.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail