Ecodent Alpo, quinta sconfitta. E occhi puntati sul derby con Vicenza

Arriva la quinta sconfitta consecutiva per l’Ecodent Alpo che perde sul campo della Logiman Broni 61-52 dopo aver condotto nel punteggio da metà del primo quarto sino all’inizio del quarto quarto. Il black-out biancoblu stavolta è avvenuto nella frazione conclusiva (5 minuti senza segnare nemmeno un punto), Broni ne ha approfittato per operare il sorpasso e per scappare via senza più voltarsi indietro. Non c’è stata storia sotto i tabelloni (47-27 al rimbalzo) ma almeno le biancoblu hanno difeso, forzando la Logiman a ben 30 palle perse; prova monstre di Elisa Mancinelli che ha chiuso in doppia doppia (11 punti e 12 rimbalzi), con 26 di valutazione su 39 di squadra. 

Iniziano meglio le padrone di casa che si portano sul 7-2 con 5 punti di Bonvecchio: Kantzy ribadisce il +5 (9-4) ma Rosignoli non ci sta e mette la tripla del -2 (9-7) e subito dopo metà tempo il canestro del pareggio (9-9). Broni non segna per 6 minuti abbondanti, perde una marea di palloni (13 in questo quarto), mentre dall’altra parte coach Soave fa esordire Laura Pastore che va subito a segno (9-12 al primo mini-riposo). Nel secondo quarto la formazione di Magagnoli mette il naso avanti con Manzotti (16-15) ma la difesa veronese si fa sentire, tanto che le biancoverdi rimangono a secco per più di 4 minuti. Moriconi e Diene vanno a segno a ripetizione e producono un break di 0-9 chiuso dal cesto di Vitari (16-24); il vantaggio esterno rimane più o meno questo sino a fine quarto (24-31 all’intervallo lungo).

Nel terzo quarto arriva il massimo vantaggio biancoblu della serata dopo la tripla di capitan Mancinelli (27-36), il pubblico del PalaBrera si fa sentire e le pavesi restituiscono il 9-0, quasi tutto prodotto da Kantzy che impatta sul 36-36. L’Ecodent dimostra carattere perché riesce a ricacciare indietro la squadra di casa con la tripla di Marinkovic e il paniere della solita Mancinelli (36-41). Gli ultimi due minuti del tempo iniziano sul 37-43 ma il finale è tutto di Broni che si riporta a -1 con i tiri liberi dell’ex Coser (45-46 all’ultimo intervallo). Il solito black-out dell’Alpo Basket arriva nel quarto periodo, come detto in apertura: per più di 5 minuti il punteggio veronese non si muove e il parziale interno dirà 11-0 (56-46).

Moriconi rompe finalmente il ghiaccio (56-48) ma Colli risponde con 5 punti consecutivi che valgono il massimo vantaggio del match (61-48). Mancano più di 4 minuti alla sirena finale, Broni non segnerà più ma l’Alpo ha finito la benzina, tanto che metterà a segno soltanto 6 punti in questo quarto: la testa è già a Vicenza, dove sabato le biancoblu sono attese ad un derby che non possono fallire.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail