Il Point cresce. Da sanitaria a parafarmacia e ora grande parco ausili e officina ortopedica per gli arti artificiali.

Inaugurata oggi – qui il nostro video – in viale dell’Industria, allargata, ristrutturata e potenziata, la nuova sede di Il Point- Itop spa, fortissima realtà veronese che opera nell’ambito della sanità e del sociale.

Il Point è una realtà in continua crescita da più di trent’anni. A crearla è stato Claudio Giordani, veronese, partito con un punto vendita di sanitari, divenuto poi parafarmacia. Nel giro di qualche anno ha aperto numerosi punti vendita in città e in provincia, uno dei quali all’interno dell’Ospedale di Borgo Trento ed un altro all’interno dell’ospedale di Legnago. Il salto di qualità è avvenuto quando s’è associato con la multinazionale italiana Itop, milanese, che opera nel settore dei gas medicali, per la produzione dei quali ha una sede anche a S.Martino Buon Albergo, delle officine ortopediche e degli ausili sanitari. Una società che opera in quattro continenti e in 30 paesi, soprattutto europei, con più di 5 mila dipendenti. 

La capacità, l’intraprendenza e la competenza di Claudio Giordani, unita alla solidità economica della multinazionale milanese, ha prodotto il balzo in avanti dell’azienda di viale dell’Industria. Con un investimento di 3 milioni di euro la già grande parafarmacia Il Point, che si trova a fianco dell’Esselunga di viale del Lavoro, è stata trasformata nel giro di poco meno di un anno in un grande centro che comprende un altro grande punto vendita parafarmaceutico, cui s’è aggiunto un attrezzatissimo parco ausili, dove si possono acquistare o noleggiare tutte quelle attrezzature di cui oggi c’è sempre più bisogno in molte famiglie. Gli ausili vanno dai letti anti-decubito per i pazienti cronici allettati, alle carrozzine, ai girelli, ai sollevatori ed a tutti quei dispositivi tecnici di cui possiamo avvalerci nell’assistenza delle persone con disabilità. Ciliegina sulla torta l’apertura di una nuova officina ortopedica all’avanguardia, dotata di personale tecnico specializzato e di alto livello, dove accanto ai busti ed ai tradizionali presidi ortopedici verranno prodotti anche degli arti artificiali di ultima generazione, avvalendosi di tutte le acquisizioni della tecnologia e dell’elettronica.

Presente, assieme ad altre autorità, il sindaco Federico Sboarina che ha portato il suo saluto sottolineando l’evento come un importante segnale della Verona che cresce e che guarda al futuro.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail