La classifica degli aumenti di prezzo. Primi i voli, poi la bolletta della luce e tanti altri beni di prima necessità.

L’unione Nazionale consumatori a fatto la classifica dei rincari.
L’aumento di prezzo massimo si è registrato per i voli aerei internazionali: +128,1% su agosto 2021.
Al 2° posto l’Energia elettrica (libero + tutelato) +102,9%, al mercato libero l’aumento è ancora maggiore: +135,9%, il che significa che una famiglia media spende per la bolletta elettrica 858 euro in più dell’anno scorso. Per il mercato tutelato la spesa in più è di ‘soli’ 650 euro.
Al 3° posto c’è l’olio, ma non quello d’oliva: +62,8%. Al 4° posto il gas con +62,5% che significa 362 euro in più in un  anno.
Poi il gasolio per riscaldamento (+43,6%), il Gpl e metano (+40,1%), il Burro (+33,5%). Seguono le apparecchiature per registrazioni di suoni, immagini e video (+27,8%), la margarina (+23,6%), la farina (+22,9%,), il riso (+22,4%), la pasta (+21,7%), il latte conservato (+19%), il diesel per mezzi di trasporto (+18,2%), i gelati (+18,1%), gli alberghi, motel, pensioni e simili (15,7%).
Poi il pollame (+15,6%), le uova (+15,2%), lo zucchero (+14,9%), il pane (+13,6%), l’acqua minerale (+12,8%)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail