Mafie a Nordest, politiche del Cremlino e Italia dei veleni: domani la seconda giornata del “Festival del giornalismo”

Domani 14 maggio dalle 10 seconda giornata del Festival del Giornalismo di Verona, all’Auditorium di San Fermo, in via Dogana 2, strettamente dedicata a recenti fatti di cronaca. Ad aprire l’imprenditore e giornalista Luca Barbieri, in dialogo con Francesco Bommartini del Fatto Quotidiano e collaboratore di Heraldo su Il giornalismo applicato alla comunicazione aziendale. Consulente per la comunicazione, Luca Barbieri ha collaborato alla nascita e al lancio di Corriere Innovazione e alla co-fondazione della società di consulenza Blum, ma anche investitore e mentor di numerose startup e docente all’Università di Padova. Il suo ultimo libro è Comunicare Innovazione e Impresa. Le regole del gioco per far parlare di sé (Ayros Editore).

Alle 11.30 Silvia Fabbi, giornalista esperta di digital humanities, dialoga con Matteo Scolari, direttore di Daily Verona, Verona Network e Pantheon. Giornalista professionista, Fabbi ha maturato le prime esperienze in Germania per poi entrare all’agenzia di stampa della Provincia di Bolzano. Laureanda in Neuroscienze e Intelligenza Artificiale al Centro Mente e Cervello dell’Università di Trento a Rovereto, affronterà il tema L’intelligenza artificiale e il giornalismo di domani.

La seconda parte della giornata sarà introdotta da Mario Lancisi alle 15 su Quando la chiesa si occupa di ambiente, condotta da Adriana Vallisari di Verona Fedele. Lancisi è giornalista e autore di biografie (dedicate a Gino Strada, Adriano Sofri, padre Alex Zanotelli) e inchieste, tra cui il libro Preti verdi. L’Italia dei veleni e i sacerdoti-simbolo della battaglia ambientalista (Edizioni Terra Santa). A lungo inviato del Tirreno. scrive per L’Espresso e il“Corriere Fiorentino. Alle 16.30, Luca Perrino, cofondatore di “Leali delle Notizie”, associazione che organizza il festival del giornalismo di Ronchi dei Legionari, dialoga con Beatrice Branca, giornalista di Heraldo, in un incontro proprio su Le ali delle notizie. Perché organizzare un festival del giornalismo.

Si parlerà di infiltrazioni mafiose in Mafie a Nordest, alle 17 con Luana De Francisco, giornalista di Repubblica e del Messaggero Veneto, insieme a Giuliano Gargano, presidente dell’Ordine dei giornalisti del Veneto, guidati da Beppe Giuliano dell’Adige di Verona. De Francisco si occupa da oltre un decennio di cronaca giudiziaria ed è coautrice dei libri Mafia a NordEst (Bur 2015) e Crimini a NordEst (Laterza 2020). È stata vice coordinatore dell’Osservatorio regionale antimafia ed è segretaria del consiglio di disciplina dell’Ordine dei giornalisti del Friuli Venezia Giulia.

In conclusione alle 18.30 l’incontro con la giornalista radiofonica freelance russa Yulia Demidova, con il giornalista di Heraldo Ernesto Kieffer come moderatore. Demidova ha lavorato a Mosca, corrispondente per la televisione giapponese Nhk fin dall’avvento di Boris Eltsin nel 1991, occupandosi poi della politica russa degli ultimi 25 anni. Ha fatto parte del “Kremlin Pool”, il team di cronisti incaricato ufficialmente di seguire le attività del presidente russo.

Si consiglia la prenotazione degli eventi al form raggiungibile a questo link.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail