Salvini chiude a Bussolengo la campagna elettorale in Veneto.

Il leader della Lega Matteo Salvini, questa mattina era al mercato di Bussolengo per sottolineare i punti del programma della Lega: “Con un governo a guida Lega, senza PD e 5 Stelle, dopo 4 anni di fatica e di “No” che arrivavano da sinistra, vogliamo portare in Veneto l’autonomia che i Veneti aspettano da tanto tempo. Vogliamo cancellare la legge più sbagliata degli ultimi anni, chi sceglie la Lega sceglie di cancellare la legge Fornero. Vogliamo mandare in pensione chi ha diritto e dare lavoro ai ragazzi che ne hanno bisogno. Sul tema delle bollette della luce che stano arrivando a casa e nei negozi, la posizione della Lega è di intervenire subito con tutti i soldi necessari. Più forza ci date, prima si mettono i soldi per bloccare le bollette. Tra le altre migliaia di temi ne scelgo uno: l’immigrazione. 

Vogliamo tornare a proteggere i confini del nostro paese ed espellere i clandestini che ci sono in Italia. Non se ne può più. In sintesi: pensioni di lavoro in più, clandestini in meno e più poliziotti. Per noi della Lega è bello essere qui in mezzo alla gente, soprattuto nelle comunità e nelle province. Gli altri segretari sono nelle grandi città. Non penso li vedrete qui a Bussolengo. Questa è la Lega: i nostri sindaci, gli amministratori, la comunità, il volontariato, gli alpini, le parrocchie e la famiglia. La famiglia per la Lega è un valore fondamentale. La mamma si chiama mamma e il papà si chiama papà e un bimbo nasce può nascere solo da una madre ed un padre.”

Matteo Salvini continua: “Questa sera sarò a Porta a Porta su Rai1 con un ospite d’eccezione. Gli altri vanno da soli, io mi porto una persona a sostegno delle battaglie della Lega, che non è famosa, ma che è stato candidato perché in parlamento potrà fare un gran lavoro. Parlo del Presidente dell’Unione Italiana Ciechi, Mario Barbuto. Per me la disabilità va messa davanti a tutto.

La sinistra dice che bisogna garantire tutto a chi sbarca. Per noi vengono prima i pensionati che non arrivano a fine mese. Grazie alla Lega la rivalutazione delle pensioni non arriva a gennaio, ma già ad ottobre. Chi prende 1000 Euro di pensione da ottobre prederà 20 euro in più. Chi sceglie la sinistra sceglie un paese che accoglie tutti e mantiene tutti. Letta ha detto che bisogna estendere il reddito di cittadinanza anche agli immigrati. Per la Lega prima i Veneti, prima gli Italiani e poi quel che avanza al resto del mondo”.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail