Veronafiere in Cina e in Sudamerica per sostenere l’internazionalizzazione del Vinitaly

Veronafiere va in Cina e in Sudamerica per sostenere l’internazionalizzazione del Vinitaly in 15 mercati esteri. Da oggi a marzo 2024 è in pieno svolgimento l’agenda che non è finalizzata solo alla promozione della più grande manifestazione vinicola del nostro paese, ma anche per promuovere il vino italiano.

L’operazione avrà inizio l’11 settembre in Cina a Pechino con la 6^ edizione di Vinitaly China Roadshow, organizzata con la collaborazione dell’Istituto del Commercio Estero e con il Ministero degli Esteri.

Partecipano 60 aziende italiane e tre Consorzi di tutela, Barolo, Barbaresco, Alba, Langhe e Dogliani; Valpolicella e Franciacorta. Seconda tappa a Changsha il 13 settembre e quindi a Hangzhou il 15 settembre.

Veronafiere Vinitaly

Il programma di Veronafiere

Nel programma sono compresi tasting e masterclass per operatori, importatori e stampa. Gli eventi sono anche ricolti ai winelovers cinesi con l’Italian Wine Week, un cartellone di eventi diffusi nei principali locali di tendenza ideato e curato da Veronafiere attraverso la sede operativa di Shanghai.

VeronaFiere

Contemporaneamente, tra martedì 12  e giovedì 14 settembre a Bento Gonçalves in Brasile, sarà inaugurata la 4^ edizione di Wine South America, la fiera internazionale del vino di Veronafiere organizzata da Veronafiere do Brasil per unire, in nome del vino, il Sudamerica con l’Europa.

Bento Gonçalves è la capitale brasiliana dell’uva e del vino e alla manifestazione, fatta sempre in collaborazione con l’Ice, saranno presenti oltre 20 produttori del vino italiano di tutte le regioni. Il Brasile rappresenta il terzo mercato extraeuropeo dopo Usa e Messico.
   

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail