Via XX Settembre. L’opposizione presenta le proposte per proteggere Veronetta dai lavori del filobus

Lega e Forza Italia hanno lanciato delle proposte per tutelare la zona di Veronetta, in previsione dell’impatto negativo che i prolungati lavori del filobus avranno sulla vitalità economica e sociale dell’area. I lavori, previsti per la realizzazione del filobus e la sistemazione dei sottoservizi in via XX Settembre, dureranno oltre un anno e rischiano di causare gravi disagi alle attività commerciali e ai residenti. Le difficoltà di accesso e permeabilità durante il cantiere potrebbero portare a svalutazioni delle attività economiche o, nei casi più gravi, alla loro chiusura definitiva.

Le proposte della Lega

Questa mattina davanti alla scalinata di Palazzo Barbieri, Nicolò Zavarise, consigliere comunale della Lega e il senatore Paolo Tosato, hanno presentato una serie di misure concrete:

1. Zona Rossa: Inserire via XX Settembre e le aree limitrofe nella “zona rossa” del Piano di Programmazione per il rilascio delle autorizzazioni per l’esercizio di somministrazione di alimenti e bevande.

2. Riduzione TARI: Abbattimento completo della tassa sui rifiuti (TARI) per le attività economiche presenti nell’area di cantiere per tutta la durata dei lavori.

3. Esenzione Canone Occupazione Suolo Pubblico: Esenzione totale del canone di occupazione del suolo pubblico per le attività economiche nell’area di cantiere.

4. Spazi Espositivi: Utilizzare la cartellonistica del cantiere come spazio espositivo per mostre o gallerie d’arte.

5. Plateatici Temporanei: Assegnazione di plateatici temporanei per le attività che normalmente non ne usufruiscono, seguendo i parametri adottati durante il periodo COVID.

Zavarise ha anche criticato l’amministrazione per la mancanza di condivisione delle informazioni riguardanti i lavori e ha sollecitato l’adozione immediata delle misure proposte per proteggere le attività commerciali e garantire la sostenibilità della zona e ha spiegato: “Questo è uno strumento che l’amministrazione potrebbe adottare domani mattina a costo zero e che garantirebbe di fatto una sorta di polizza di assicurazione per tutte queste attività che chiaramente potrebbero subire delle conseguenze veramente impattanti in termini negativi sul sui loro esercizi commerciali.”

proposte

Le proposte di Forza Italia

Anche Forza Italia ha presentato una serie di proposte per ridurre l’impatto dei lavori del filobus su via XX Settembre e la zona di Veronetta. Flavio Tosi, coordinatore regionale di Forza Italia, ha delineato un piano per limitare i disagi attraverso queste proposte:

1. Lavori suddivisi in due estati: Tosi ha proposto di effettuare i lavori in due fasi, durante le estati del 2025 e del 2026. Questa suddivisione, con tre mesi di lavori per ciascuna estate, permetterebbe di concentrare gli sforzi in periodi di minore attività scolastica e commerciale.

2. Orari di lavoro prolungati: Per accelerare i tempi, i lavori dovrebbero essere svolti con orari prolungati, includendo il sabato e la domenica. Questo approccio, secondo Tosi, è fattibile se si impiega un numero sufficiente di operai, diversamente da quanto avvenuto in altri cantieri come quello del Ponte Nuovo.

3. Apertura H24 della ZTL: Durante i periodi di cantiere, Tosi suggerisce di mantenere aperta la Zona a Traffico Limitato (ZTL) 24 ore su 24 per alleviare il traffico e permettere una migliore circolazione. Questo è particolarmente importante per via XX Settembre, che attualmente vede passare fino a 900 autobus al giorno.

Tosi ha espresso preoccupazione per la gestione dei lavori passati e ha evidenziato come i tempi dichiarati siano sempre stati dilatati. Ha citato come esempio i lavori del sottopasso di via Città di Nimes e di Ponte Nuovo, che si sono protratti oltre i tempi previsti e ha spiegato: “I lavori del sottopasso che dovevano essere conclusi qualche mese fa, verranno conclusi fra alcuni mesi. Bisogna sperare che forse sia così”, ha dichiarato. “Se i lavori per il filobus dichiarati per 14 mesi si dilatassero ulteriormente, sarebbe una condanna a morte per il quartiere.”

Altro punto importante sollevato da Forza Italia riguarda il traffico. Tosi spiega: “Spostare tre autobus al minuto da via XX Settembre a via Torbido durante le ore di punta potrebbe causare il collasso della viabilità in quella zona. Pertanto, i lavori dovrebbero essere programmati in periodi di minore traffico, come appunto durante le vacanze estive, quando le scuole sono chiuse e il numero di autobus è ridotto.”

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail