Direttore Beppe Giuliano
Settimanale di Verona
RSS di - ANSA.it Bundesliga: Bayern aggancia il Lipsia in testa - Premier League: Manchester City Chelsea 1-3, Conte dedica vittoria al Chapecoense - Iran: Zarif, sanzioni screditano Usa - Massimo Ranieri: 'Sono innamorato pazzo del jazz' - SULLA CARTAIL GIUDIZIODELLE URNE - Una campagna sbagliata,  gli impegni per il dopo voto - «Tanto centrodestra sta con noi» - Meningite, chi sono i portatori sani e quali sono i vaccini (anche a pagamento) A Milano 140 universitari in cura - Telefonata Trump-Taiwan, l'ira di Pechino: "La Cina siamo noi" - Come riunire un paese avvelenato - Torna Robinson, ecco gli incipit di alcuni dei tesori dell'inserto - Referendum, ultimi comizi. Renzi: "Se vince Sì Italia più forte nella Ue". Grillo: "Paese spaccato" -
Euler Hermes


La settimana

 
di Redazione Web (del 01/12/2016 @ 16:57:54, Sezione Attualità)
L'istituto Assistenza Anziani premia il prof. Paolo Cendon, uno dei padri della legge sull'Amministratore di sostegnoSono circa te milioni gli italiani che potrebbero aver bisogno dell'amministratore di sostegno. Eppure solo 200mila ne hanno fatto richiesta al giudice, perché si tratta di una realtà ancora poco conosciuta. L'amministratore di sostegno è una figura nata per tutelare chi si trovi nell'incapacità, anche momentanea o parziale, di essere autonomo nell’espletamento delle funzioni della vita quotidiana. È stata istituita con la legge 6 del 2004, andando incontro alle esigenze di molte persone, in special modo anziane, anche aiutandole ad affrontare problemi concreti (come acquistare, vendere, affittare un appartamento o investire somme di denaro). L'amministratore di sostegno può essere, anzi di preferenza lo è, un parente o un convivente, che può essere indicato anche dalla persona stessa, in previsione di una sua futura incapacità anche parziale o temporanea, incaricato di provvedere in tutto o in parte al compimento delle funzioni della vita quotidiana. «Molti degli ospiti delle nostre strutture si trovano in questa condizione - spiega la presidente dell'Istituto Assistenza Anziani di Verona, Anna Maria Leone - e abbiamo incontrati alcuni amministratori di sostegno nei nostri centri servizi. Non vanno a sostituirsi agli ospiti, ma gli sono accanto, come angeli custodi. ...

continua a leggere >>

 
di Redazione Web (del 01/12/2016 @ 16:29:02, Sezione Sanità)
Venerdì 2 dicembre a partire dalle ore 9 alla Gran Guardia congresso sulle novità del trattamento del tumore al retto. Con cinquantaduemila nuove diagnosi nel 2015 il tumore del colon-retto è tra le neoplasie più diffuse in Italia, con una leggera prevalenza nel sesso maschile. Quindicimila di questi casi riguardano solo i tumori del retto. Il Registro Tumori del Veneto nel 2015 ha registrato oltre 3.300 nuovi casi, il 30% dei quali di cancro al retto. Definito ancora “big killer”, per la neoplasia al retto si è raggiunta una sopravvivenza media a cinque anni di circa il 60% anche per gli stadi più avanzati, con risultati leggermente superiori in Veneto. L'obiettivo di tutti gli specialisti coinvolti nella diagnosi e nella cura di questa neoplasia (oncologi, endoscopisti, radioterapisti e chirurghi) è quello di promuovere la diagnosi precoce e di trattare questa patologia con un approccio multidisciplinare nell’ottica di aumentare sopravvivenza e qualità di vita. Sullo “Stato dell'arte nel trattamento del carcinoma del retto. Controversie ed obiettivi dell'innovazione” si confronteranno nel congresso di domani oncologi, radioterapisti ed i maggiori specialisti e padri della chirurgia laparoscopica e robotica italiana. Ad organizzarlo è la Chirurgia Generale dell'ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar, diretta dal dottor Giacomo Ruffo, che dal 2014 dispone del robot chirurgico di ultima generazione Da Vinci Xi. Tra i relatori interverranno l'oncologa ...

continua a leggere >>

 
Il Gruppo Missionario Don Bosco comunica la consueta apertura del Mercatino Natalizio che si svolgerà dal 03/12/2016 al 08/12/2016 compresi con orario continuato 09,00-18,30 presso l'Istituto Salesiano Don Bosco in via Provolo Verona. Vengono proposti oggetti realizzati dai volontari e altri di provenienza missionaria. Il ricavato sarà devoluto in maniera diretta alle Missioni Salesiane più bisognose che operano nel formare e sostenere ragazzi in difficoltà mediante oratori e scuole professionali.
 
“Una sequenza impressionante quelle delle 116 donne assassinate in Italia e colpisce il dato Veneto, con 13 vittime. Il 53,4% dei femminicidi si è registrato al nord e il 75,9% in ambito familiare. Numeri su cui riflettere, che meglio di tante parole ci sbattono in faccia il degrado in cui può cadere una società che non coltiva il valore della vita e scarica sui più deboli, le donne oltre ai bambini, la sua inumana dose di violenza” Così il presidente del Consiglio regionale del ...

continua a leggere >>

 
In occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della Violenza sulle Donne, l’Associazione degli Avvocati per la Famiglia ed i Minori (Aiaf), sede del Veneto, organizza al Tribunale di Verona, Aula Corte d’Assise, presenterà la “Carta dei Diritti e delle Libertà delle Donne”.
L’incontro – che avrà validità anche come formazione professionale per gli Iscritti agli Ordini – si svolgerà venerdì 25 novembre, dalle ore 11,30 alle 13,30. Dopo i saluti in produttivi del Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Verona, Alessandro Rigoli, verranno esaminati gli Ordini di protezione civili e penali in una sessione coordinata dal Presidente del Tribuale, Antonella Magaraggia.
Interverranno: Angela Barbaglio, Sostituto Procuratore Tribunale di Verona; Ernesto D’Amico, presidente I° sezione del Tribunale di Verona; Raffaella Marzocco, Giudice del Tribunale di Verona; Giuliana Guadagnini, Psicologa, Responsabile Punto Ascolto U.A.T.VII MIUR; Gessica Todeschi, Presidente Comitato Pari Opportunità Ordine degli Avvocati di Verona; Elisabetta Baldo, Presidente V.E.GA. Verona; Sara Gini, Presidente Telefono Rosa Verona; arbara Maria Lanza, Presidente Osservatorio sul diritto di famiglia, sezione di Verona; Simona Pettinato, Presidente Camera Minorile di Verona e Rita La Lumia, Presidente CamMiNo, Camera Minorile Nazionale, sezione scaligera.
La “Carta dei Diritti e delle Libertà delle Donne” verrà presentata dall’avvocato. Gabriella de Strobel dell’AIAF Verona....

continua a leggere >>

 
di Redazione Web (del 18/11/2016 @ 17:40:13, Sezione Tempo libero)
Domenica 20 novembre si svolgerà la 15ª edizione della Verona Marathon, alla quale sono associate anche la Cangrande Half Marathon e la corsa Last 10 Solidale. La Polizia municipale invita i cittadini a considerare le conseguenze che la manifestazione sportiva avrà sulla viabilità. Gli atleti occuperanno i percorsi di gara durante un'ampia fascia oraria compresa tra le 8.30 e le 15, lungo le vie di Centro Storico, Stadio, Borgo Milano, Chievo, Parona, Borgo Trento e Veronetta, con partenza ed arrivo in piazza Bra. Durante la corsa il percorso sarà chiuso al traffico: nessun veicolo potrà inserirsi. L’attraversamento sarà ...

continua a leggere >>

 
Le bollicine delle Dolomiti conquistano, alla grande, la Nona edizione del “Challenge Euposia”, organizzato da Euposia-La Rivista del Vino, l’unico al mondo dedicato esclusivamente ai vini spumante “metodo classico” ovvero ottenuti attraverso la rifermentazione in bottiglia. Oltre trenta giudici - provenienti da Giappone, Messico, Argentina, Andorra, Francia, Svezia, Germania, Regno Unito e Italia - hanno degustato “alla cieca” oltre 140 spumanti provenienti da Argentina, Messico, Spagna, Andorra, Regno Unito, Champagne, Francia, Germania, Italia, Slovenia, India e Giappone, decretando alla fine il seguente risultato:
Campione del mondo 2016: Cantina di Aldeno, Trentodoc, Altinum Riserva 2010
Campione del mondo 2016 “da vitigno autoctono”: Tenuta Roletto, Erbaluce Caluso VSQPRD, Piemonte, Brut 2010
Podio
Medaglia d’argento 2016: Lorenz Martini, Alto Adige-Sud Tirol Doc, Comitissa Brut Riserva 2011
Medaglia di bronzo 2016: Kettmeir, Alto Adige-Sud Tirol Doc, Athesis Brut 2013
Un podio quindi tutto italiano nei vini bianchi, con ben tre vini su quattro provenienti dalla Regione autonoma Trentino Alto Adige a conferma dell’enorme sviluppo di una spumantistica, la cui tradizione produttiva risale alla fine dell’Ottocento.
Rosé.
Campione del mondo 2016: Camel Valley, UK Cornwall, Brut Rosè Cuvée Raymond Blanc 2014 Rosé.
Campione del mondo 2016 “da vitigno autoctono”: Cavicchioli Fratelli & Figli, Lambrusco Sorbara DOC, Rosé del Cristo 2012
Podio
 Rosé, Medaglia d’argento 2016: Cesarini Sforza, Trentodoc Rosé Brut 2010 Rosé,
Medaglia di Bronzo 2016: Villa, Franciacorta DOCG, BOKE’ Rosé Brut Millesimato 2012
Questi invece i premi “nazionali”:
Miglior Metodo classico Internazionale: Reichsrat Von Buhl, Germania Palatinato, Von Buhl Reserve Brut NV
Miglior Metodo classico di Francia: Champagne Louis Roederer, Brut Premier NV
Miglior Metodo classico di Spagna: Titiana Spagna Cava DO Titiana Montalegre Pas dosè 2007
Miglior Metodo classico delle Americhe: Bodega Cruzat, Argentina, Valle de Uco-Mendoza, Cuvée extra brut NV
Miglior Metodo classico del Regno Unito: Denbies Wine Estate, UK Surrey, Greenfields 2011
 Miglior Metodo classico dall’Italia: Monsupello, VSQ Lombardia, Brut NV
Miglior Metodo classico del Veneto: Marcato, Lessini Durello DOC, Extrabrut 60mesi 2008
La Giuria, presieduta quest’anno dal giornalista Paolo Baracchino del Grand Jury Européen, ha assegnato anche questi Premi speciali:
Severino Barzan’s Award “Old vines”: Villa Rinaldi, VSQ Veneto, Rosè di Barriccaia 2004
“Sustainable Viticulture Award”: Sudtirol Wein- Vini dell’Alto Adige
Il Challenge Euposia ha confermato ancora una volta l’alto livello di qualità raggiunto dalla spumantistica in tutto il mondo con un numero sempre maggiore di grandi protagonisti e con l’interesse sempre crescente dei winelover come testimoniano tutte le più recenti analisi di mercato. ...

continua a leggere >>

 
di Redazione Web (del 18/11/2016 @ 09:25:14, Sezione Sanità)
Porte aperte martedì 22 novembre all'Oncologia Medica dell'ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar. Il direttore Stefania Gori, gli oncologi Alessandra Modena, Raffaella Casolino e Alessandro Inno insieme al ginecologo Carlo Tricolore saranno a disposizione per rispondere a tutte le domande sul vaccino anti-HPV, i virus responsabili di alcune forme tumorali. I medici attendono tutti coloro che sono interessati (in particolare i genitori di figli adolescenti) al quinto piano dell'Ospedale Don Calabria dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 17. Negli stessi orari è aperta anche una linea telefonica: 045.6014773. La giornata rientra nell'iniziativa dell'AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica) per promuovere la vaccinazione contro i Papilloma virus umani, causa dei tuomori al collo dell'utero, ma anche del cancro alla vulva, della vagina e di altre parti del corpo come ano, pene e del distretto testa-collo. Dal 2008 tutte le Regioni italiane hanno avviato i piani di ...

continua a leggere >>

 
di Redazione Web (del 18/11/2016 @ 09:21:37, Sezione Tempo libero)
Da venerdì 18 novembre a lunedì 26 dicembre si svolgerà in piazza dei Signori, Cortile Mercato Vecchio e via della Costa la 9ª edizione dei Mercatini di Natale. I 60 espositori con le caratteristiche casette in legno, realizzate in collaborazione con il "Nuremberg Christkindlmarkt" (mercatino di Natale di Norimberga), porteranno in mostra prodotti tipici tradizionali artigianali (addobbi in vetro, legno e ceramica), specialità gastronomiche e dolci natalizi. L’evento, co-organizzato dal Comitato per Verona - di cui fanno parte Confcommercio As.co. Verona e Confesercenti Verona - e dal Comune di ...

continua a leggere >>

 
Venerdì 18 novembre 2016 chi entrerà in una delle 78 farmacie veronesi aderenti all’iniziativa “In farmacia per i bambini” della Fondazione Francesca Rava - NPH Italia Onlus, potrà donare farmaci pediatrici da banco, prodotti baby care, alimenti per l’infanzia che verranno utilizzati per assistere bambini in difficoltà del nostro territorio. L’iniziativa è stata presentata questa mattina nella sede di Federfarma Verona e vede coinvolte anche le farmacie comunali dell’Agec. A rendere possibile la raccolta sarà l’autotassazione delle farmacie e la presenza di oltre cento volontari, mentre i farmaci donati andranno a 8 enti socio assistenziali: 6 Centri Aiuto Vita (sedi di Verona, Caldiero, Nogara, Legnago, Villafranca, San Bonifacio), l’associazione Il Castello dei Sorrisi onlus di Casteldazzano e il Comune di Verona. L’evento è patrocinato tra gli altri dalla Regione Veneto e dal Comune di Verona....

continua a leggere >>

 
di Marco Marturano (del 10/11/2016 @ 11:31:34, Sezione Spin Doctor)
The Winner is...Donald Trump. Il mondo e gli Stati Uniti si dicono sorpresi almeno quanto tutti i sondaggisti che avevano previsto una vittoria prima larga e poi stretta ( ma sempre una vittoria) di Hillary Clinton. Il  punto vero è : questa vittoria dimostra due cose che possono essere di grande peso se qualcuno cominciasse dopo anni a saperle leggere.
La prima legge che rispetta questa vittoria è la legge del cambiamento.
Come abbiamo scritto prima e dopo le amministrative 2016 italiane, nell'epoca della crisi economica e sociale peggiore di sempre in tutto il mondo e negli stessi Stati Uniti vince chi interpreta più credibilmente il cambiamento e perde chi è' troppo percepito come protagonista della continuità.
Non è' una novità neanche negli Stati Uniti. Chi oggi legge trump come l'opposto esatto di Obama dimentica clamorosamente che Obama stava al 2008 come Trump sta al 2016. Obama era il re del cambiamento dopo otto anni di Bush e dopo l'inizio di una crisi globale Made in USA. Obama non a caso vinse su un leader tosto come Mc Cain,  ma percepito nonostante tutto (nonostante fossero stati avversari) come il seguito naturale di Bush.
Gli americani volevamo cambiare e Obama era il cambiamento più forte possibile. Come Trump oggi dopo 8 anni di Obama che hanno forse migliorato la situazione rispetto al 2008, ma non hanno risolto i nodi che tengono Stati Uniti e mondo ancora ben dentro la crisi, nonostante i dati sul Pil  americano certamente migliori di quelli di tanti paesi europei, a cominciare da noi.
E Hillary Clinton supersostenuta da Obama sommava la continuità con lui alla continuità con gli otto anni di presidenza Clinton di Bill. Aggiungiamo poi che negli Stati Uniti si parla della candidatura alla Casa Bianca di Hillary da quando venne eletto proprio Bill, dal 1992. Doveva essere candidata a succedergli già nel 2000 se non ci fosse stato il fallimento della sua riforma sanitaria (Hillary era ministro della salute) e la vicenda Lewinsky che la costrinsero a limitarsi alla candidatura al Senato a New York.
Ci prova finalmente nel 2008 candidandosi con un messaggio video in line nel 2006 dopo la sua rielezione a New York ma le primarie che la vedevano favorita premiano qualcuno più nuovo e innovatore di lei, Obama. Ed eccola 8 anni dopo nel 2016 a perdere le elezioni dopo aver vinto le primarie con il sostegno di Obama. 24 anni dopo che gli Stati Uniti avevano cominciato a parlare di Hillary presidente.
Un quarto di secolo di anzianità da candidata che la rendeva inevitabilmente la continuità rispetto a Trump che era la novità assoluta sia per stile comunicativo che per profilo.
Del resto a questi ultimi aspetti si collega anche la seconda legge che rispetta il trionfo di Donald Trump: la legge dell'empatia del candidato che prevale sulla pura razionalità della scelta elettorale.
Trump è' sicuramente un candidato che divide ma che crea fortissima adesione emotiva tra chi cerca il cambiamento radicale anche nello stile oltre che nei contenuti. Hillary paga invece una percezione che nonostante il lavoro evidente fatto su se stessa per diventare più affettiva e popolare è rimasta una donna di potere prima che di popolo, una scelta di testa prima che di cuore.
Peraltro una evidenza già chiara otto anni fa quando fu proprio Obama a metterne in evidenza i limiti di popolarità battendola anche sul calore umano e sullo stile comunicativo oltre che sulla credibilità nel cambiamento.
In Italia abbiamo avuto molti esempi simili, uno dei più clamorosi in una città come Venezia, dove a distanza di 10 anni (2000 e 2010) lo stesso candidato sindaco del centrodestra, Renato Brunetta, viene battuto da due candidati diversi del centrosinistra (Costa nel 2000 e Orsoni nel 2010). Così come nella medesima città lo stesso candidato sindaco del centrosinistra, Felice Casson, viene battuto a distanza di 10 anni (2005 e 2015) da due candidati diversi (uno di centrosinistra, Cacciari nel 2005, e uno di centrodestra, Brugnaro nel 2015).
La legge dell'empatia di un candidato per il ruolo al quale è candidato vale sempre più della razionalità e della forza di partenza. ...

continua a leggere >>

 
A poche settimane dall’avvio di importanti operazioni di aumento di capitale di primari Istituti nazionali, un Convegno a Verona cerca di riannodare i fili del dialogo fra il sistema bancario e il mondo delle Imprese e dei Risparmiatori chiamati, nuovamente, ad aderire a quegli aumenti. Un dialogo che si è spezzato in Veneto dal 2015 bruciando i risparmi di decine di migliaia di piccoli e grandi risparmiatori, investendo il potenziale stesso di crescita del sistema produttivo della regione, e mettendo in crisi lo storico rapporto di fiducia fra le banche e i loro stakeholder.
Il rischio è quello del venir meno di uno dei capisaldi del modello di sviluppo regionale e nazionale basato essenzialmente su una rete di piccole industrie, laboratori, professioni che trovavano nel sistema bancario locale il partner ideale con cui crescere.
Ne discutono – in un Convegno organizzato dall’associazione “Negoziare per l’Italia” e l’ASSIMP-Associazione Imprenditori e Professionisti della provincia di Verona - :
Pier Paolo Baretta (Sottosegretario Ministero dell’Economia e delle Finanze)
Carlo Fratta Pasini (Presidente Banco Popolare)
Gaetano Marzotto (Presidente Santa Margherita Gruppo Vinicolo)
Giulio Tremonti (Senatore - già Ministro dell’Economia e delle Finanze)
Alberto Giorgetti (Onorevole - già Sottosegretario dell’Economia e delle Finanze)
Moderatore, il vicedirettore di Corriere Economia, Stefano Righi, autore del libro “Il Grande Imbroglio” (Guerini & Associati 2016)
 Il dibattito verrà preceduto da David Sabatini (Responsabile dell’Ufficio Finanza ABI) e le conclusioni saranno affidate a Antonio Marzano (Presidente del CNEL e di Negoziare per l’Italia - già Ministro delle Attività Produttive).
...

continua a leggere >>

 
L'assessore all'Istruzione della Regione del Veneto, Elena Donazzan, ha inviato oggi una lettera a tutti gli studenti veneti, dalle elementari alle università, invitandoli a donare 2 euro tramite un sms al 45500, numero attivato dalla Protezione Civile, per aiutare i connazionali del Centro Italia colpiti dal sisma. "Sono giorni molto difficili per i vostri coetanei delle terre terremotate del ...

continua a leggere >>

 
Prenderà avvio ad aprile 2017, con il trasferimento dei 21 agenti del Nucleo Infortunistica Stradale, il graduale passaggio della Polizia municipale dalla sede di via del Pontiere alla Caserma Rossani di via del Minatore. Il completo trasferimento del Corpo di Polizia Municipale è previsto entro primavera 2018, quando saranno ultimati i lavori di rifunzionalizzazione del compendio militare “Dalla Bona- Pianelli-Li Gobbi”, che saranno finanziati dal Comune con un investimento complessivo di 3 milioni 650 mila euro (pari al valore della caserma Rossani). I lavori, che rientrano nel protocollo d’intesa sottoscritto a Roma nel dicembre dello scorso anno dal Ministro della Difesa Roberta Pinotti, dal Sindaco Flavio Tosi e dal Direttore dell’Agenzia del Demanio Roberto Reggi, procederanno per lotti, consentendo l’avvio di 3 diversi cantieri e la possibilità di razionalizzare gli interventi....

continua a leggere >>

 
di Redazione Web (del 03/11/2016 @ 15:06:13, Sezione Arte)
In occasione della riapertura dopo i lavori di riqualificazione, il veronese Museo Archeologico al Teatro Romano offre, in collegamento con il progetto “EgittoVeneto” promosso dalla Regione con le università di Padova e di Venezia, l’opportunità di ammirare i materiali relativi al mondo egizio normalmente non esposti (l’ultima volta si erano visti nel 1999-2000) nella mostra “L’Egitto a Verona”, aperta fino a settembre del 2017. Si tratta di un centinaio di oggetti egizi o ispirati all’Egitto, entrati al Museo in collezioni diverse e, benché privi di provenienza puntuale, in grado di illustrare, impaginati per l’occasione in quattro sezioni al piano principale del museo a cura di Margherita Bolla, temi interessanti. Si parte con “Il culto e la magia”. Divinità in forme animali, che molto avevano impressionato anche Greci e Romani, testimoniano, pare, culti nilotici precedenti, assai antichi, e/o relazioni totemiche che facevano riferimento al culto di animali. Mai, comunque, l’animale rappresentava ...

continua a leggere >>

 


^ Torna su ^

Cerca tra le notizie
 
gsk
Pillole
top
left euposia right
bottom
Titolo
Archiviati per sezione:
Agricoltura (133)
Ambiente (749)
Appuntamenti (67)
Arte (210)
Attualità (853)
Boomerang (2)
Bulldog (30)
Costume (2)
Cronaca (1442)
Cultura (206)
Economia (1031)
Happy hour (119)
Inchiesta (15)
Musica (3)
Pecora Nera (15)
Politica (518)
Pungitopo (1)
Quattro chiacchiere (8)
Redazione (2)
Salute (34)
Sanità (924)
Scuola (211)
Sogno o son destro? (110)
solidarietà (363)
Sparagli Piero (42)
Spettacoli (793)
Spin Doctor (61)
sport (150)
Tempo libero (104)

Archiviati per mese:
Dicembre 2016
Novembre 2016
Ottobre 2016
Settembre 2016
Agosto 2016
Luglio 2016
Giugno 2016
Maggio 2016
Aprile 2016
Marzo 2016
Febbraio 2016
Gennaio 2016
Dicembre 2015
Novembre 2015
Ottobre 2015
Settembre 2015
Agosto 2015
Luglio 2015
Giugno 2015
Maggio 2015
Aprile 2015
Marzo 2015
Febbraio 2015
Gennaio 2015
Dicembre 2014
Novembre 2014
Ottobre 2014
Settembre 2014
Agosto 2014
Luglio 2014
Giugno 2014
Maggio 2014
Aprile 2014
Marzo 2014
Febbraio 2014
Gennaio 2014
Dicembre 2013
Novembre 2013
Ottobre 2013
Settembre 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
Novembre 2012
Ottobre 2012
Settembre 2012
Agosto 2012
Luglio 2012
Giugno 2012
Maggio 2012
Aprile 2012
Marzo 2012
Febbraio 2012
Gennaio 2012
Dicembre 2011
Novembre 2011
Ottobre 2011
Settembre 2011
Agosto 2011
Luglio 2011
Giugno 2011
Maggio 2011
Aprile 2011
Marzo 2011
Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Dicembre 2008
Novembre 2008
Ottobre 2008
Settembre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Giugno 2008
Maggio 2008
Aprile 2008
Marzo 2008
Febbraio 2008
Gennaio 2008
Dicembre 2007
Novembre 2007
Ottobre 2007
Settembre 2007
Agosto 2007
Luglio 2007
Giugno 2007
Maggio 2007
Aprile 2007
Marzo 2007
Febbraio 2007
Gennaio 2007
Dicembre 2006
Novembre 2006
Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006

L'Adige - Archivio numeri arretrati
top
left pillole right
bottom
Titolo  
L'ADIGE di Verona

Autorizz.Tribunale C.P. di Verona
nr. 1356 del 16/3/99
Iscrizione al Registro Nazionale della
Stampa n. 8857 del 15/12/2000

CONTESTO EDITORE scarl
Palazzo Ravignani - Via Frattini, 3
37121 Verona

Presidente e Direttore Responsabile:
Beppe Giuliano
Caporedattore:
Nicoletta Fattori

Redazione e Pubblicità:
Via Frattini, 3 - 37121 Verona
Tel. 045 8002685
Fax 045 596242
Per l’invio di comunicati stampa:
desk@giornaleadige.it

 

Feed XML RSS 0.91
Feed XML Atom 0.3

Valid XHTML 1.0 / CSS top