Il potere logora” era il vecchio adagio. Poi quella vecchia volte di Andreotti lo giorno ai tempi nostri con un’aggiunta che poi, per la sua attualità e veridicità, è rimasta e rimarrà nel tempo: “il potere logora… chi non ce l’ha”. Una conferma che il ‘divo Giulio’ aveva ragione ci viene anche dall’ultimo sondaggio Index reso noto giovedì scorso nella trasmissione de La 7 ‘Carta bianca’.

Fratelli d’Italia si conferma il primo partito italiano e passa dal 26 % delle Politiche al 29,6, sfiorando il tetto del 30%, cosa che in Veneto è già avvenuta ancora alle elezioni, tanto che a Verona ha il 36. Cresce anche la Lega, che si riprende dalla brutta batosta del 25 settembre e sale al 9,1%. E, dopo essere crollata di 2 punti nei sondaggi si riprende anche Forza Italia che va al 6,5%. Considerati i cespugli di Lupi e amici il destra-centro si attesta abbondantemente oltre il 47%.
La distanza dal Pd è ormai abissale che il sondaggio dà al 16,5. E adesso ci si mette anche il caso Soumahoro.
Non va meglio a Europa Verdi-Sinistra italiana che perde lo 0,1 che invece guadagna +Europa che va al 3. Stabile all’8 l’alleanza Renzi/Calenda. Cresce invece il Movimento 5 Stelle dal 15,4 al 16,8.