All’Istituto comprensivo Centro Storico la forza di tre para-triatleti come esempio per i ragazzi

(di Andrea Etrari) L’Istituto Comprensivo Centro Storico di Verona ha avuto il piacere di ospitare tre nomi illustri del mondo del Paratriathlon Nazionale Italiano: Michele Ferrarin, atleta della Nazionale Italiana Paralimpica, Francesca Tibaldi ex Nazionale di Triathlon e guida paralimpica per atleti non vedenti e Mattia Cambi, allenatore della Nazionale Italiana di Paratriathlon. La platea dei ragazzi di terza media era in assoluto silenzio, ammutoliti dai racconti e dalle immagini di forza degli atleti e delle medaglie delle Paralimpiadi di Rio de Janeiro 2016 e Tokio 2020.
Numerosi gli argomenti trattati, dalla vita del paratleta all’importanza di dedicarsi allo sport e agli altri per combattere le dipendenze e la mancanza di relazioni, come anche conoscere gli aspetti tecnici delle discipline paralimpiche e in particolare del triathlon. Emozionanti le immagini della gara per la conquista della medaglia d’argento alle Paralimpiadi Rio de Janeiro 2016 di Michele Ferrarin e capire quanti sacrifici ha affrontato per conciliare gli allenamenti e la vita lavorativa e privata. Toccante l’intervento di Francesca Tibaldi che ha portato a medaglia olimpica l’atleta Anna Barbaro e ha parlato anche ai ragazzi dell’importanza della pratica dello sport che a differenza del videogioco ti pone a diretto contato con l’ambiente circostante e con le persone. Infine che dire delle informazioni tecniche apprese da Mattia Cambi, capire quanta emozione ad ogni gara: un’altra persona speciale sempre pronta a rispondere alle domande dei ragazzi. Insomma un incontro emozionante grazie anche alla spiccata empatia dei protagonisti. Un onore per la prof.ssa di scienze motorie Francesca Erbisti dell’I.C. Centro Storico aver gareggiato con loro in passato e adesso essere di nuovo insieme a parlare di quanto possa essere inclusivo lo sport. Numerosi gli applausi calorosi dei ragazzi, con la speranza in futuro di poter continuare e approfondire questa collaborazione.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail