Ancora un’atto di violenza gratuita ai danni di un autobus di ATV. Danni e paura per il conducente e i passeggeri.

Non accennano a diminuire gli atti di teppismo e di violenza che si stanno manifestando ripetutamente nella nostra città. Venerdì sera, vero le otto e mezza, alla fermata della stazione di Porta Nuova, un autobus Atv della linea 12, è stato preso di mira da un teppista che prima ha divelto il tergicristallo delle mezzo e poi, usandolo come se fosse una spranga, ha cominciato a colpire i finestrini frantumandone alcuni. L’energumeno aveva tutti l’aria di essere un arabo che, terminato il suo atto vandalico, è fuggito via. I Carabinieri giunti sul posto immediatamente contano di rintracciare il responsabile attraverso le registrazioni delle telecamere di sorveglianza e le impronte che ha lasciato sul tergiscristallo. A parte i danni, non ci sono stati feriti, ma solo molto spavento. «Questa è la prova della recrudescenza di azioni violente nei confronti degli operatori del trasporto pubblico veronese -dichiara Salvatore Calabrò di Ugl Autoferrotranvieri.

«Speriamo che questo episodio non possa essere un atto di vendetta per le operazioni pregresse effettuate da parte delle forze dell’ordine,- aggiunge Calbrò-  e non vogliamo che gli operatori di ATV possano divenire dei bersagli. Sollecitiamo le istituzioni ad attuare le soluzioni emerse durante l’incontro tenutosi con le stesse ed il Prefetto, al fine di evitare l’aggravarsi del fenomeno. Gli operatori del trasporto pubblico veronese devono svolgere il servizio in totale sicurezza.»

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail