Caditoie, piano d’emergenza in vista dei prossimi fortunali

In vista delle possibili piogge e temporali preannunciati dalla Protezione civile del Veneto per la notte e la giornata di domani, l’Amministrazione ha predisposto una pulizia delle caditoie nelle zone più a rischio della città.

A dare l’imput alle operazioni è stato il lavoro coordinato degli assessori alle Strade e Giardini, Federico Benini, nella foto, e alla Sicurezza, Stefania Zivelonghi, che hanno condiviso la necessità di operare in sinergia per prevenire il rischio di allagamenti e disagi in caso di eventi temporaleschi di forte portata. Sul tema si è tenuto oggi in municipio un tavolo operativo tra Comune, Amia, Acque Veronesi e Polizia locale, utile anche per ottimizzare i flussi informativi a vantaggio della cittadinanza.

Condivisa anche la volontà di mettere a sistema un vero e proprio piano di manutenzione ordinaria delle 65 mila caditoie presenti nel territorio comunale, con una programmazione annuale ben definita che, così facendo, garantirebbe non solo caditoie sempre pulite ed efficienti ma eviterebbe anche il ricorso a interventi di pulizia straordinaria. Questo a partire dai quartiere più a rischio e dopo il confronto con le Circoscrizioni.

Gli operatori di Amia stanno quindi intervenendo sulle caditoie in diverse zone della città per liberarle da eventuale sporcizia che potrebbero rallentare il decorso dell’acqua piovana.  Nel caso in cui all’interno delle botole si riscontrino anomalie di funzionamento, entrano subito in azione gli operatori di Acque Veronesi per le riparazioni necessarie.

“In questi casi il lavoro di squadra tra Comune e aziende deve essere costante – affermano gli assessori Zivelonghi e Benini-. Solo così si riesce a prevenire eventuali situazioni di criticità e, laddove dovessero verificarsi, fronteggiarle e risolverle prontamente”.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail