Cerea al top in Italia, arriva il wi-fi targato Unione Europea

(di Stefano Cucco) Il Comune di Cerea vince un bando europeo e, così, porta il Wi-Fi gratuito nelle zone del territorio non raggiunte dalla fibra. Infatti, l’Amministrazione comunale ceretana ha aderito al progetto WiFi4EU, partecipando al bando promosso dalla Commissione Europea. L’iniziativa è stata finanziata con un voucher di 15mila euro a cui il Comune ha aggiunto un fondo altrettanto cospicuo per attivare in totale venti hot-spot WiFi, dislocati in tutte le principali aree della città, dal centro storico alle frazioni. A seguire da vicino tutto l’iter progettuale è stato Marco Modenese, presidente del Consiglio Comunale.

“L’obiettivo raggiungo”, spiega Modenese, “è quello di erogare una rete internet Wi-Fi pubblica, di facile accesso e senza limitazioni nell’utilizzo, per consentire a tutti i cittadini di accedere ai servizi online. Con WiFi4EU la Commissione Europea ha voluto promuovere le connessioni wi-fi gratuite per i cittadini e i visitatori in spazi pubblici quali parchi, piazze, edifici pubblici, biblioteche, musei e centri sanitari in tutta l’Europa. Dal canto nostro, non ci siamo fatti sfuggire l’occasione e abbiamo aderito per ammodernare ulteriormente il nostro territorio e fornire così un nuovo servizio ai cittadini”.

Il progetto ha permesso di individuare una ventina di Access Point, situati in diverse aree della città, tra cui, zone interne del Municipio, come le sale riunioni, il parco retrostante il municipio e il centro storico di Cerea in via XXV Aprile e via Paride, la biblioteca e piazzetta limitrofa, poi nel padiglione principale e zone limitrofe dell’Area Exp dove si tengono numerosi eventi. E ancora, le frazioni di Asparetto all’interno ed esterno del teatro, ad Aselogna nelle vicinanze del parcheggio e a Santa Teresa nei pressi della chiesetta. “Sono stati circa 3.400 gli enti locali a livello europeo, di cui 510 italiani”, conclude Modenese, “che sono risultati vincitori del bando, mentre a fare domanda di partecipazione erano stati oltre 10mila Comuni. Questo per noi è un grande motivo di orgoglio. Quando la macchina amministrativa è sincronizzata ed efficiente e lavora in sintonia tra amministratori e dipendenti comunali è naturale che i risultati arrivino”.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail