ConfaVerona, nasce la lobby degli agromeccanici contoterzisti del Veronese

Per il settore agricolo del territorio nasce ConfaVerona, Confederazione agricoltori e agromeccanici veronesi. L’associazione riunisce oggi oltre 130 imprese che fatturano complessivamente 20 milioni di euro e impiegano oltre 600 unità lavorative. Le realtà associate sono impegnate in vari comparti, tra cui in particolare il settore vitivinicolo e quello dei seminativi. Nel corso dell’anno 2021 le aziende hanno acquistato macchinari ed attrezzature agricole per oltre 7 milioni di euro usufruendo della legge 4.0. “Abbiamo deciso di costituirci Associazione di categoria per tutelare le nostre aziende, per poter usufruire di tutti quei servizi che la realtà associativa permette e per dare visibilità al ruolo che i contoterzisti e gli agricoltori rivestono nel settore agricolo e agromeccanico tanto importante per la nostra Provincia” spiega la presidente di ConfaVerona, Valeria Moratello (nella foto, al centro, al taglio del nastro).

“Le operazioni di aratura, erpicatura, semina e diserbo dei campi vengono realizzate dai contoterzisti per un 65%, invece le operazioni di raccolta cereali per un 95% a dimostrazione che le imprese agromeccaniche hanno un ruolo centrale per la crescita e l’ammodernamento delle imprese agricole” continua la Presidente, a sua volta titolare di un’azienda agricola.

Al taglio del nastro hanno partecipato il vicesindaco e assessore all’agricoltura del Comune di Bussolengo Giovanni Amantia, il consigliere regionale Stefano Valdegamberi e quello provinciale Silvio Salizzoni, imprenditori soci oltre a delegazioni di rappresentanti degli agromeccanici di Toscana e Lombardia. Inoltre il Presidente della Regione, Luca Zaia, ha fatto pervenire un suo messaggio di saluto in cui ha ribadito l’importanza delle imprese agromeccaniche nel processo di crescita e sostenibilità del settore primario.

“Le imprese agricole sia piccole che grandi hanno bisogno di avere servizi su misura e di ottimizzare i costi con attrezzature sempre più moderne, precise e sicure– spiega Valeria Moratello -. Per questo è centrale il lavoro dei contoterzisti che devono offrire lavorazioni sempre più mirate alle esigenze delle imprese anche se ora il settore primario sta vivendo un periodo molto difficile con il prezzo elevatissimo del gasolio e la siccità di quest’anno. Vogliamo quindi supportare queste realtà, alleggerendo loro la burocrazia, che impegna molto tempo e risorse, e dare consulenze in vari ambiti da quello legale a quello contabile, dalla gestione delle pratiche ambientali ai servizi amministrativi anche per il personale.”.

Centrale per ConfaVerona è anche la sicurezza sul lavoro. “E’ stato attivato uno sportello dedicato a questo tema che permette di fare dei check up presso le ditte con personale specializzato per la verifica dei luoghi di lavoro, dei macchinari e delle attrezzature utilizzate allo scopo di salvaguardare gli operatori; vengono inoltre organizzati corsi di formazione di pronto soccorso, antincendio, patentino per le macchine agricole e per l’uso di prodotti fitosanitari” conclude la Presidente Moratello.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail