Costruire Futuro. Parte il bando di Fondazione Cariverona in collaborazione con l’Ulss9, Csv e la rete di paternariato

L’Ulss 9 Scaligera e il Centro Servizi Volontariato di Verona si sono incontrati ieri giovedì 27 presso la Direzione Generale per la prima riunione plenaria con i partner del bando “Costruire Futuro. Azioni di policy building per le comunità” di Fondazione Cariverona.

I due progetti presentati, “Take care of the future”, con capofila l’Ulss 9, e “Svolta”, con capofila la Federazione del Volontariato di Verona, hanno come obiettivo la valorizzazione del capitale umano e la promozione di opportunità per i Giovani.

Col supporto fornito dall’advisor tecnico dello European Researches Investiments Services, scelto da Cariverona, si inizia un percorso unitario di accompagnamento all’elaborazione di progetti territoriali finalizzati a innovare le strategie di supporto agli adolescenti, per valorizzarne le potenzialità, accompagnare al successo scolastico e promuovere la partecipazione alla vita di comunità.

La riunione ufficializza l’avvio del percorso di co-programmazione che si concluderà a giugno con un programma operativo in linea con gli obiettivi europei per i giovani.

Raffaele Grottola, Direttore dei Servizi Socio Sanitari dichiara: ”questo percorso progettuale è una bella opportunità, ora è il momento di sviluppare la co-programmazione e co-progettazione dal punto di vista metodologico e contenutistico”.

«Quella che affrontiamo a questo tavolo è una grande sfida, che riunisce tante anime, e in cui crediamo fortemente. Da alcuni anni, – ha aggiunto Chiara Miotto, dell’ufficio sviluppo di Cariverona- la Fondazione sta sperimentando un nuovo approccio, mettendosi in gioco insieme agli enti per dare un valore aggiunto al nostro territorio”.

Luisa Andreetta, direttore Uoc Disabilità Non Autosufficienza del distretto 3 ha osservato: «Abbiamo aderito al progetto per la necessità di approfondire e mettere a sistema la esperienze pregresse di co-programmazione e co-progettazione. Dobbiamo rinnovare il modo in cui affianchiamo i cittadini, attraverso nuove approcci innovativi, che richiedono la partecipazione e collaborazione di tante figure e servizi».

Cinzia Brentari, Coordinatrice Csv: «Fondazione Cariverona ha visto nei due progetti presentati da ULSS 9 e CSV una comune attenzione verso il protagonismo giovanile. Per questo è importante che seduti a questo tavolo ci siano gli enti del terzo settore che in passato sono stati impegnati progettualità rivolte ai giovani».

Partecipano al parternariato Fondazione Don Calabria, Edulife, Cooperativa Aretè, Cooperativa L’Albero, Associazione Sesta Opera, Cooperativa Il Ponte, Cooperativa Hermete, Cooperativa Energie Sociali, Cooperativa Spazio Aperto, Cooperativa (E)vento tra i salici, Cooperativa CSA, Fondazione Zancan.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail