Covid. L’isolamento ridotto da 7 a 5 giorni

Il Ministero della Salute con una nuova circolare ha ridotto da 7 a 5 giorni il periodo d’isolamento per i positivi senza sintomi e con un tampone negativo da due giorni. Se uno continua ad essere positivo e senza sintomi  al 14° giorno potrà uscire. Finora sarebbe stato al 21°. 

In particolare il documento ministeriale scrive:

“Le persone risultate positive ad un test diagnostico molecolare o antigenico per Sars-CoV-2 sono sottoposte alla misura dell’isolamento, con le modalità di seguito riportate”. “Per i casi che sono sempre stati asintomatici oppure sono stati dapprima sintomatici ma risultano asintomatici da almeno 2 giorni, l’isolamento potrà terminare dopo 5 giorni, purchè venga effettuato un test, antigenico o molecolare, che risulti negativo, al termine del periodo d’isolamento. In caso di positività persistente, si potrà interrompere l’isolamento al termine del 14  giorno dal primo tampone positivo, a prescindere dall’effettuazione del test. Per i contatti stretti di caso di infezione da Sars-CoV-2 sono tuttora vigenti le indicazioni contenute nella Circolare n. 19680 del 30/03/2022 “Nuove modalità di gestione dei casi e dei contatti stretti di caso Covid-19”.
Il Ministero ha deciso di modificare i termini della quarantena “in conseguenza della cessazione dello stato di emergenza e del parere emesso dal Consiglio Superiore di Sanità il 24 agosto scorso”,

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail