Denuncia dei redditi. Si può destinare il 5 per mille al Comune a fini sociali

Per la dichiarazione dei redditi si può destinare il 5 per mille alle attività sociali svolte dal Comune di residenza. Anche quest’anno il Comune di Verona ha scelto di destinare le somme che raccoglierà a iniziative sociali volte a potenziare gli interventi per arginare le nuove povertà. Attraverso il progetto ‘Una risposta alle Nuove Povertà’, finanziato dai proventi derivati dal 5 per mille e dal Comune con fondi propri del Bilancio, che nel 2018, 2019 e 2021 ha anche integrato il budget a disposizione con fondi provenienti dalla vendita di biglietti per gli spettacoli in Arena “Extra-Lirica”, precedentemente destinati ad omaggi.

Nel 2021 sono stati erogati contributi, con una spesa complessiva di 792 mila euro a 609 beneficiari in difficoltà e sono stati incassati 81.545 euro del 5 per mille relativo all’anno di imposta 2019. Dal 2010 al 2021 hanno beneficiato di un sostegno economico 2409 nuclei familiari.

Il sostegno viene fornito ai cittadini più deboli economicamente, a chi ha perso il lavoro, a chi vive solo con figli a carico, a famiglie numerose con reddito insufficiente per pagare affitti, spese condominiali, utenze, cauzioni di contratti di affitto. Al momento della compilazione, nella sezione “Scelta per la destinazione del cinque per mille dell’Irpef”, scegliete il riquadro “Sostegno delle attività sociali svolte dal Comune di residenza.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail