Ecodem Alpo Basket: arriva la settima in fila, espugnata Vigarano 70-83

Arriva il settimo sigillo consecutivo per l’Ecodem Alpo Basket che espugna senza problemi il parquet della Giara Vigarano (70-83). Coach Soave ha dovuto rinunciare ad Anna Turel, out per un problema al polpaccio sinistro e ha dato spazio nella frazione conclusiva alle giovanissime Furlani, Mancini e Chiaretto. Per Vigarano, più della metà dei punti sono stati realizzati da Siciliano (36 su 70), mentre per l’Alpo Basket si sono distinte Frustaci (15 punti e 26 di valutazione), Moriconi (16 punti in 16 minuti) e capitan Rosignoli (16 punti con 5/5 nel tiro da due).

Ecodem, spazio a Vigarano solo nel primo quarto

C’è partita soltanto nel primo quarto dove le padrone di casa sono più reattive e accumulano 4 punti di margine a metà tempo (13-9). La tripla di Frustaci ricuce il ritardo (13-12) ma Vigarano ripristina il +4 con la tripla di Siciliano (18-14), prima che Parmesani e Nori con un cesto a testa impattino il punteggio (18-18). Nell’ultimo minuto del quarto arrivano i liberi di Cutrupi (20-18) e la tripla di Frustaci che vale il sorpasso (20-21 al primo mini riposo).

Nel secondo periodo ecco l’allungo biancoblu con un parziale 2-15 che porta il vantaggio veronese in doppia cifra (22-33) grazie ai canestri di Parmesani, Frustaci e Pastore. La forbice si allarga sino al +18 dopo la tripla di Moriconi che mette a segno 6 punti consecutivi (28-46); la Giara arriva all’intervallo lungo a quota 35 (contro 50 dell’Ecodem) con 28 punti del duo Siciliano-Cutrupi (!).

L’Ecodem inizia il terzo quarto con tre triple consecutive (due di Moriconi e una a testa di Frustaci e Rosignoli) e “scollina” il ventello di vantaggio (42-64). La gara non ha più nulla da dire, le ospiti salgono sino al +24 (44-68 e 46-70) e all’ultima pausa il tabellone segna 51-72. Come detto, nel quarto periodo coach Soave concede minuti a Fiorentini, Furlani, Mancini e Chiaretto e le ferraresi riescono a “vincere” questo quarto 19-11.

C’è solo da annotare il massimo vantaggio della serata dopo il paniere di Soglia (53-78) e il prima tripla in A2 di Chiaretto (68-83), prima del canestro in sospensione della solita Siciliano che fissa il 70-83 conclusivo.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail