Ecodem Alpo Basket ok anche ad Abano Terme

L’Ecodem Alpo Basket infila il nono successo consecutivo vincendo in trasferta il derby con la Wave Thermal Abano Terme (74-99) grazie ad un terzo quarto da 11-31.

Le veronesi con questa vittoria, unita alla contemporanea sconfitta casalinga di Roseto con Treviso, salgono al secondo posto in classifica a 4 punti di distanza dalla capolista Udine. C’è partita soltanto nei primi due quarti dove le patavine mettono in difficoltà le biancoblu che, dopo l’intervallo lungo, dànno l’accelerata decisiva e non si guardano più indietro. P

er la formazione di coach Soave, che ha dovuto rinunciare a Moriconi, 6 giocatrici sono andate doppia cifra: stavolta la palma di mvp spetta a Frustaci, doppia doppia per lei (come pure per Nori) con 27 di valutazione. A proposito di valutazione, l’Ecodem chiude a 126 (!) contro 66 di Abano; impari pure la lotta al rimbalzo (24-42) e in più aggiungiamoci il 53% nel tiro da tre (8/15).

Il primo quarto è tutto di Abano che mai aveva iniziato così bene in questa stagione: l’Alpo Basket non punge in difesa come al solito e dopo 4 minuti le padrone di casa si trovano in vantaggio 15-6 (11 punti consecutivi di una scatenata Hatch). Le ospiti rispondono con uno 0-4 (15-10) ma Bremaud ne mette 7 consecutivi e porta la sua squadra in doppia cifra di vantaggio (22-12). L’Alpo si scuote e risale con Parmesani (5 punti consecutivi per lei) sino al -4 (24-20) ma dall’altra parte Degiovanni infila la tripla del 27-20 con cui si va al primo riposo.

Nel secondo quarto ecco la reazione alpense che in nemmeno 3 minuti di gioco produce il sorpasso grazie ad un break di 3-11 (30-31). Le padrone di casa sono brave a non mollare e, anzi, a salire sino al 39-33 con 6 punti in fila della solita Hatch. Siviero dalla linea sigla il +7 (43-36) ma anche stavolta arriva il parziale ospite (2-9) che impatta il punteggio grazie alla tripla di Turel quasi sulla sirena di fine tempo (45-45 all’intervallo lungo).

Ecodem Alpo basket, nel secondo tempo si costruisce la vittoria

Nel terzo quarto, come detto in apertura, si decide la partita: 0-9 iniziale di parziale veronese che, sommato a quello operato prima del riposo, significa 2-18 (45-54), Degiovanni ci mette una pezza con due triple consecutive (51-54) ma sarà l’ultimo “contatto” tra le due squadre. Nori infatti dà il via ad un altro break che sarà di 5-22 e che porterà le ospiti al “ventello” di vantaggio ad un minuto dalla fine di questo quarto (56-76). Capitan Rosignoli mette due triple intervallate dal cesto di Turel, poi segnano Nori, Pastore e Frustaci (6 punti per quest’ultima nel finale di tempo).

Poco da dire sulla frazione conclusiva dove l’Ecodem continua ad accumulare massimi vantaggi: a metà tempo il tabellone segna 67-89 dopo il cesto di una prolifica Soglia, mentre il massimo vantaggio arriva sul +27 con la prima tripla in A2 di Fiorentini (72-99) nell’ultimo minuto di gioco. La formazione del presidente Renzo Soave prova a varcare quota 100 ma non vi riesce, mentre dall’altra parte l’ultimo canestro della serata è di Bremaud  (74-99).

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail