Fondazione Arena, un fund-raising collettivo per salvare il teatro più bello del mondo

Il dato è immediato: la biglietteria dell’estate lirica veronese è passata da 27 a 1,2 milioni€ a causa della pandemia e quindi si pone il problema di come mettere in sicurezza la Fondazione che organizza la stagione areniana ovvero uno dei grandi motori dell’economia scaligera in virtù di un indotto generato di mezzo miliardo € ogni anno. C’è il FUS, ovvero i denari dello Stato; ci sono gli sponsor privati; e c’è anche l’art-bonus ovvero la detrazione fiscale del 65% delle donazioni fatte da imprese e privati. Ogni 100 euro donati alla Fondazione, lo Stato ne restituisce 65. Un modello anglosassone di sostegno al territorio che Cecilia Gasdia e Gianfranco De Cesaris hanno deciso di sviluppare con la campagna #iosonolarenaqui il video di presentazione – un progetto di fundraising denominato “67 Colonne per l’Arena di Verona“. Il nome suggerisce l’idea di ricostruire idealmente la cinta più esterna delle arcate areniane, distrutta nel 1117 da un terribile terremoto, grazie all’abbraccio di imprenditori, e non solo, uniti dall’amore per l’Arena, per il suo ruolo culturale in Italia e nel mondo.

Cecilia Gasdia: “Voglio ricordare ancora una volta che in base al più recente studio sull’argomento dell’Università di Verona, il festival lirico areniano produce un impatto economico sul territorio pari a 500 milioni, cioè all’1,5% del PIL complessivo della provincia. Ma la vita non è fatta di soli numeri, e un’Arena forte, presente e solida è per la città anche e soprattutto uno stimolo positivo, una speranza, in uno dei momenti più grigi, difficoltosi e tormentati della nostra storia: un invito alla creatività.  Verona, come collettività civile, ha bisogno di noi, per tornare a credere, sperare e progettare un futuro. Auspichiamo che con noi si schierino i grandi mecenati della città, siano essi privati o aziende, per combattere e vincere insieme le difficoltà del nostro presente e trovarci ancor più compatti ed affiatati nel prossimo futuro“.

Per informazioni relative al progetto e per sostenere Fondazione Arena, sia come aziende che come privati, è disponibile la mail dedicata: 67colonne@arenadiverona.it – (045 805 1848).

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail