Il problema dei furti nelle abitazioni al Basson è arrivato in Prima Commissione del Comune di Verona in seguito a nuemrose segnalazioni giunte dai cittadini”.  Giorgio Girardi, presidente Comitato Basson ha spiegato che “in questo periodo al Basson  ciclicamente avvengono furti. Cosa che si ripete da anni. Nonostante l’istallazione di quattro telecamere. Ce n’è una in entrata da Via Bassone a Via Gardesane, un’altra nella zona industriale, un’altra ancora vicino allele scuole elementari e materna e la quarta davanti alla Chiesa.”E nonostante  da tempo sia stata pubblicizzata l’esistenza  della videosorveglianza  i furti avvengono lo stesso. “Ci hanno segnalato di persone che suonano i campanelli per verificare se in casa c’è qualcuno, e non si tratta di scherzi di ragazzini. I furti avvengono di sera, quando non sono presenti i proprietari. In particolare, ma non solo, nelle zone dove non ci sono telecamere. Le Forze dell’Ordine pattugliano il quartiere ma purtroppo non è sufficiente. Solo in questo mese, sono stati almeno 5 furti nel quartiere di cui siamo venuti a conoscenza.”

Perciò Vito Comencini , consigliere comunale ma anche parlamentare della Lega, chiede più controlli alle Forze dell’Ordine negli orari più critici. Michele Nespoli dirigente della Polizia Locale spiega che alla sera i Vigili hanno a disposizione solo 3-4 pattuglie per tutto il territorio cittadino e quindi è impossibile destinarne una fissa per il quartiere. Nel chiudere la commissione il presidente Bacciga ha proposto a Girardi di organizzare una commissione o una serie di incontri per istituire il “quartiere sicuro” coinvolgendo i cittadini e qualche responsabile delle associazioni di controllo del vicinato per prevenire i reati e dare supporto alla Polizia in modo da fare prevenzione con segnalazioni. Nespoli ha risposto positivamente al riguardo se questa attività diventa effettivamente di aiuto alle Forze dell’Ordine. 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail