Il cluster di Conselve dimostra il contrario di quello che vorrebbero i no-vax

Il cluster della casa di riposo di Conselve ( Padova) viene sbandierato dai no-vax come una dimostrazione che il vaccino non funziona e quindi non serve.  In quella struttura 59 ospiti e 7 operatori sono risultati positivi al Covid. Erano tutti vaccinati. Alcuni addirittura con la 3^ dose. Per i no-vax questa sarebbe la prova che hanno ragione loro: è inutile vaccinarsi, il vaccino è pericoloso, è un’imposizione del potere e bla, bla, bla. Invece è esattamente il contrario. Questa notizia non vuol dir niente, se non che al chiuso il virus gira di più. E non porta acqua al mulino no-vax.  Ma dimostra esattamente il contrario.  

Basta voler leggere i dati e guardare le cose obiettivamente, senza pregiudizi, senza leggere solo quello che si vorrebbe. I dati di questo cluster che i no-vax vorrebbero presentare come un fallimento del vaccino dimostrano esattamente il contrario e cioè che su 59 ricoverati più 7 operatori risultati positivi perché stando sotto lo stesso tetto si sono passati il virus uno con l’altro, solo 3 sono finiti in ospedale, subito dimessi. Risultato nessun ricoverato su 68 contagiati.

Non vi pare un bel risultato del vaccino? Se non fossero stati vaccinati probabilmente in ospedale ne finiva almeno una decina, se non di più data l’età. E’ sempre stato detto che il vaccino protegge dalla malattia grave, evita il ricovero. E così è stato anche a Conselve. Se ad un vaccinato viene un po’ di raffreddore o di febbre, chissenefrega! L’importante è non intasare gli ospedali. E’ questo che i no-vax non vogliono capire. Ed evitare l’intasamento degli ospedali è un atto sociale, che va nell’interesse generale. Che deve sempre prevalere su quello del singolo. Anche se ha paura di vaccinarsi.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail