La “Machine du Cirque” va in scena sabato sera al Ristori. Poetico intreccio di energia, comicità, ingegno e musica

Sei performer circensi e un artista multidisciplinare danno vita a uno spettacolo energico, audace e intessuto di poesia. Andrà in scena sabato 5 febbraio alle 20 al Teatro Ristori, per la stagione Danza, uno spettacolo di grande successo che mette insieme divertimento, poesia e tanto movimento: Machine de Cirque, dell’omonima compagnia canadese diretta da Vincent Dubé, artista circense da oltre 20 anni.

In Machine de Cirque Show si immagina che solo cinque uomini sulla Terra siano sopravvissuti all’apocalisse e lottino per salvarsi e trovare altri superstiti. Sono aiutati in questo difficile compito da una macchina incredibile… Ma si infilano in situazioni pericolose e fantasticano strane soluzioni. Nelle loro avventure appaiono bizzarri, nostalgici, comici: stupiscono il pubblico maneggiando in modo insolito oggetti di scena come la bascula, le clave da giocoliere, una batteria e perfino degli asciugamani, in un mondo senza altre persone né computer.

Machine de Cirque è stata fondata nel 2013 su iniziativa di Vincent Dubé, artista ma anche ingegnere civile, con vari altri cofondatori. Hanno unito le forze nel 2015 per creare lo spettacolo appunto intitolato Machine de Cirque, che ha riscosso un enorme successo. Secondo il Boston Globe è “un’esibizione ispirata all’acrobazia e alla commedia brillante. Lo spettacolo è stato presentato più di 600 volte in Europa, Nordamerica e nel resto del mondo, e la produzione è proseguita poi con “Truck Stop: The Great Journey”, lanciato nell’estate del 2018 con un tour di oltre 14 mila chilometri e oltre 16 mila spettatori in tutto il Canada in poche settimane.

Nel 2019 la compagnia ha debuttato con la terza creazione: “La Galerie”, mentre altre idee sono già sul tavolo per le nuove produzioni. Nel 2020 è uscito “Ghost Light: Between Fall and Flight”, che ha debuttato al Festival du cirque actuel di Auch, in Francia. Le nuove produzioni si basano tutte sui tre pilastri della firma artistica della compagnia: ingegnosità, musica dal vivo performativa e teatrale e ovviamente il circo.

Con sede a Quebec City, la compagnia ha la mission di riunire i vari elementi dell’arte e della tecnologia con il circo in ogni singola creazione, concentrandosi sull’eccellenza produttiva e lo sviluppo del team. Accanto a Vincent Dubé, direttore artistico e co-autore, sono in scena gli artisti circensi Guillaume Larouche, Thibaul Macé, Sam Hollis, Laurent Racicot e Philippe Dupuis. Inoltre Frédéric Lebrasseur, co-ideatore, co-direttore, compositore e musicista e il musicista Olivier Forest.

Per maggiori informazioni sulla stagione 2021/2022 del Teatro Ristori e per gli orari di biglietteria: www.teatroristori.org . Per l’accesso al teatro è richiesto come da normativa in vigore di esibire il cosiddetto Green pass rafforzato e di indossare la mascherina Ffp2 per tutta la durata dell’evento.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail