L’antivirale della Pfizer che si prende per bocca e riduce i ricoveri. Parere positivo dell’Ema

Paxlovid, il nuovo farmaco antivirale della Pfizer riduce di quasi 7 volte il rischio di ricovero. L’Ema, l’Agenzia Europea per i Medicinali, ha dato il parere sul farmaco che non è ancora autorizzato in Europa. I risultati sono incoraggianti. Dopo la sperimentazione non c’è stato nessun morto. E’ sconsigliato per le donne in gravidanza e in allattamento. Solo l’1% dei pazienti curati con Paxlovid nei primi 5 giorni dall’insorgere dei sintomi è finito in ospedale entro 28 giorni dall’inizio del trattamento. Dopo questo parere dell’Ema sarà possibile usare il medicinale prima dell’autorizzazione all’immissione in commercio in casi di emergenza. L’Italia che ha autorizzato l’uso del farmaco in via temporanea dal 14 dicembre. Effetti indesiderati: disturbi del gusto, diarrea e vomito. Paxlovid non deve essere usato con alcuni altri medicinali e in pazienti con funzionalità renale o epatica gravemente ridotta. Questo antivirale orale riduce la capacità del Covid di moltiplicarsi ed è prevedibile che ridurrà i ricoveri in ospedale.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail