Piccole impronte sugli autobus

Ancora per tutto il mese di agosto sedici autobus ATV circolano per la città di Verona con esposti su retro e fiancate i cinque elaborati vincitori del concorso “ Premio Piccole Impronte” edizione 2012/2013 promosso dalla sede veronese della LAV con il Patrocinio della Provincia di Verona.[//] Da anni la LAV propone alle scuole un tema di attualità finalizzato a stimolare nei bambini un comportamento rispettoso nei confronti degli animali. In particolare quest’anno è stato proposto a bambini ed insegnanti di trattare il tema della caccia, attività che comporta pesantissime ricadute sugli animali, sull’ambiente e sulle attività umane. La caccia non è un fenomeno di massa, essendo esercitata da una minoranza composta da circa l’1% della popolazione; tuttavia, costituisce ancora una causa grave e consistente di distruzione della natura e di massacro degli animali.
Con il concorso in oggetto la LAV ha inteso sollecitare l’attenzione degli studenti evidenziando che cacciare significa depredare l’ambiente di un inestimabile patrimonio di tutti e sostenere, anziché disincentivare, l’esercizio di attività violente. Significa inoltre non attribuire all’animale la natura di essere vivente meritevole di tutela e di rispetto. Ed il rispetto per la vita, non sono dell’uomo ma di ogni essere che popola il pianeta, è un segno di civiltà. Togliere la vita ad un animale ed infliggere sofferenza per divertimento è un atto di violenza ed un segno di arretratezza culturale e morale che rallenta il progresso sociale e che non appartiene ad un mondo civile. Molte scuole della città e della provincia hanno risposto con entusiasmo all’invito della LAV di Verona proponendo elaborati composti da un disegno e da uno slogan ispirati al tema trattato.
“La sempre maggiore partecipazione da parte delle scuole ai concorsi indetti dalla LAV, dichiara Chiara Benciolini, Responsabile del Settore Educazione della sede LAV di Verona “dimostra come vi sia un crescente interesse da parte delle istituzioni scolastiche nei confronti delle tematiche proposte sul rispetto degli animali. Anche quest’anno, dagli elaborati proposti, si evince che i bambini hanno acquisito l’importante consapevolezza del diritto alla vita e al benessere di tutte le specie animali” Così Federica Chiecchi delle Scuole Aportiane San Giusppe di Verona, Laura Dedgyonay della Scuola primaria Lenotti di Verona, Filippo Boscolo della Scuola primaria Dante Alighieri di Villafranca, Luca Kercchhackl della scuola primaria Aleardo Aleardi di Verona, Alexandra Lup della Scuola primaria di Vigasio, Sabina Pascal della Scuola primaria di Peschiera del Garda, attraverso l’esposizione dinamica dei loro lavori, hanno ora la soddisfazione di essere i veri promotori nei confronti della città di Verona di un rilevante messaggio di civiltà e di rispetto per la vita. Quest’anno, il concorso “Premio Piccole Impronte” è stato promosso anche alle classi III e IV di istituti superiori di Verona e Provincia.
Gli studenti delle superiori hanno manifestato le proprie considerazioni contro la caccia attraverso interessanti ed argomentate tesine, racconti ed altre forme espressive. Sono risultati vincitori del concorso gli studenti Simone Rascacci del Liceo scientifico Copernico, Miriam Mazzi, Fanny Albertini, Eleonora Pagani del Liceo Classico Medi, Giovanni Tregnago e Riccardo Bozzini del Liceo Scientifico Cotta. Gli studenti sono stati premiati con un viaggio di due giorni a Bruxelles (il 25 e il 26 giugno scorsi), accompagnati da volontari LAV. Obiettivo principale del viaggio è stata la visita guidata al Parlamento Europeo dove i ragazzi hanno potuto incontrare l’onorevole Andrea Zanoni, da anni impegnato a difesa degli animali, dell’ambiente e delle biodiversità ed apprendere l’origine storica ed il significato dell’Unione Europea e delle sue istituzioni. La LAV ringrazia le scuole e gli insegnanti per l’interesse dimostrato nei confronti del Concorso e del tema proposto. Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail