Prorogati fino al 31 dicembre i plateatici extra extra large

La Giunta ha prorogato al 31 dicembre la concessione dei plateatici ‘extra extra large’ del centro storico, così come erano stati definiti lo scorso 22 aprile ai gestori di locali che non erano titolari di nessuno spazio esterno.

La deroga era stata realizzata per agevolare bar e ristoranti, provvisti solo di spazi interni, che non avrebbero potuto lavorare perché le restrizioni covid ammettevano solo la somministrazione all’esterno. L’Amministrazione in seguito aveva ampliato ulteriormente i criteri per acquisire un plateatico e dare soluzioni volte ad avvantaggiare il più possibile il comparto della ristorazione, penalizzato dalle restrizioni legate alla pandemia. 

Questa possibilità scadeva il 30 settembre. Viene prorogata di tre mesi per permettere così ai ristoratori di usufruire del beneficio fino a fine anno, equiparando il termine a quello già concesso ai plateatici extra large, ovvero che hanno ampliato spazi esterni già esistenti.

 Le deroghe “extra extra large” si sono infatti aggiunte a quelle già concesse anche l’anno scorso, le cosiddette “extra large”, per i locali che già avevano il plateatico ma ai quali era stato concesso l’ampliamento. Sono misure eccezionali e temporanee, del settore Commercio, per dare più sostegni possibili alle categorie economiche e soprattutto, per mettere tutti gli esercenti nelle condizioni di lavorare.

“Proroghiamo fine a fine anno la possibilità per i gestori di locali senza spazio esterno di poter continuare a lavorare anche fuori dal locale, come fatto dalla primavera e per tutta l’estate – commenta il sindaco Federico Sboarina-. La deroga ‘extra extra large’ riguarda una cinquantina di plateatici, dei quali sono 20 collocati all’interno del centro storico e in spazi che non occupano stalli blu, quindi senza togliere posti ai parcheggi. Infatti, proprio per la loro natura straordinaria sono stati collocati in spazi diversi, come stalli motorini o marciapiedi particolarmente ampi. Gli altri 30 sono quelli concessi ai locali nei quartieri, con dinamiche del traffico diverse dal centro storico. Per entrambe le situazioni, la nuova deroga non va a limitarne la vivibilità, anzi rappresenta un ulteriore impulso alla vivacità dei nostri quartieri e alla loro ripresa economica”.

“Ancora una volta – afferma l’assessore alle Attività economiche Nicolò Zavarise –  l’Amministrazione interviene con correttivi straordinari, in deroga a vincoli preesistenti, per agevolare  ulteriormente le categorie. Da un lato abbiamo voluto  garantire parità di condizioni a tutti gli operatori dei pubblici esercizi, dall’altro abbiamo pensato ad agevolare il lavoro degli operatori stessi anche in seguito alle varie disposizioni sul green pass, per permettere agli utenti di potersi sedere ancora all’aperto e per garantire maggior tranquillità agli esercenti nello svolgimento della loro professione.

Un sostegno di grande importanza per i gestori dei locali che non hanno mai avuto il plateatico, per poter lavorare di più. L’estate ha visto un ritorno importante dei turisti, che insieme a tanti veronesi hanno potuto sfruttare questa occasione. La proroga risponde ai positivi segnali di ripresa che stiamo registrando nel nostro territorio. L’obiettivo è dare ai nostri esercenti tutti gli strumenti possibili per riprendersi dalle lunghe restrizioni che hanno dovuto subire a causa della pandemia, attraverso azioni concrete come quella approvata oggi. In generale l’estensione dei plateatici è stata una misura che ha anche portato vivacità e vitalità alla nostra comunità, facendo anche da arredo per molte vie e strade cittadine, e diventandone spesso presidio a livello di sicurezza”.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail