Rana Verona, Mozic esamina il match con Catania: “Tre punti importanti. Le statistiche? Io penso al bene della squadra”

(di Gianluca Ruffino) Buona la prima partita casalinga di Rana Verona nel 2024. I veronesi hanno presto dimenticato la sconfitta con Trento della scorsa settimana, battendo Farmitalia Catania con il punteggio di 3-1 e conquistando altri tre punti fondamentali per la corsa ai playoff. La squadra di Stoytchev ha giocato una buona partita, calando nel terzo set per poi riprendersi nel quarto parziale e chiudere la pratica.

Il capitano Rok Mozic, protagonista del successo degli scaligeri con 16 punti a referto, ha commentato ai nostri microfoni la partita contro gli etnei.

Le parole di Rok Mozic

Una vittoria per ripartire dopo la sconfitta contro Trento. Quanto vale questo successo ai fini della vostra corsa ai playoff?

Mi dispiace che la sconfitta a Trento abbia interrotto la striscia positiva di cinque vittorie consecutive. Avremmo potuto anche raggiungere il quinto set e portare a casa un punto, ma guardando alla prestazione abbiamo sicuramente fatto un passo avanti rispetto alle precedenti sfide in campionato e in Coppa Italia. Abbiamo subito ripreso ad allenarci e la vittoria di oggi ne è il risultato.

Peccato per quel calo che c’è costato il terzo set, dobbiamo ancora lavorare per riuscire a portare a casa i parziali in cui le cose non vanno bene. Contro certi avversari non puoi permettertelo. Il lato positivo è che siamo stati bravi a ripartire con la testa giusta e a portare a casa la partita. Sono tre punti importanti, ma adesso dobbiamo pensare alla sfida di mercoledì con Monza. 

Era un po’ di tempo che non subivate un calo così evidente nel corso di una partita. Ci sono più meriti di Catania o demeriti vostri?

Sicuramente loro sono stati bravi a rimanere in partita, ma ho percepito che la squadra ha abbassato la concentrazione, entrando in campo con meno energia. Pensavamo loro mollassero, ma non è mai così. Catania ha iniziato a battere e attaccare meglio, poi sono stati bravi in contrattacco, ma noi avremmo sicuramente potuto fare meglio. Come detto però sono contento della reazione e del successo ottenuto.

A livello personale per te è una giornata speciale, avendo superato oggi i 1000 punti in carriera in regular season. Quanto è importante per te tornare ad essere protagonista in questa Rana Verona?

Non lo sapevo (sorride). Se non ricordo male nella prima stagione ho fatto 466 punti, quindi adesso sono un po’ meno. Per me l’importante è che la squadra vinca, io do tutto per questo. Cerco di fare il massimo in copertura, in difesa e aiutare la squadra ad ottenere la vittoria. Poi ogni partita è a sé: qualche volta i punti li fa Keita, qualche altra Amin, altre volte io o Dzavoronok. In partite come oggi poi capita li facciano i centrali, con Mosca che ha attaccato parecchio. Siamo una bella squadra, l’importante è che si vinca giocando una bella pallavolo.

mozic
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail