Sboarina alla convention di FDI: noi ben amministriamo, le sinistre no

«Il Comune di Verona ha già destinato 3 milioni € extra alle famiglie più in difficoltà per contenere il caro-bollette e il caro-affitti, nonostante un aggravio di 6 milioni sulle casse del Municipio dovuto alla crescita del costo dell’energia; abbiamo anche alzato la soglia Isee per partecipare ai bandi, perché oggi il 55% delle persone che chiedono aiuto all’amministrazione era precedentemente sconosciuto ai servizi sociali» Federico Sboarina ha partecipato ieri sera alla convention di Fratelli d’Italia ed ha parlato all’assise subito dopo Giorgia Meloni. In primo piano nel suo speech il lavoro fatto dall’amministrazione scaligera, la più importante in Italia per il partito. «Un Comune virtuoso come il nostro – ha aggiunto il sindaco – ha potuto farlo, grazie alla nostra gestione oculata. Altri, di dimensione ben più vaste ed amministrate dal PD, chiedono 200 milioni allo Stato per riuscire a chiudere il bilancio.

Per le famiglie più in crisi, soltanto nelle prime quindici serate in Arena (sulle 55 in cartellone) abbiamo già recuperato altri 100mila euro: è il ricavato della vendita dei biglietti che in passato venivano regalati dal Comune agli amici, ed agli amici degli amici, e che ora hanno uno scopo ben più nobile».

«Altra priorità della nostra amministrazione – ha proseguito Sboarina – è la lotta alla droga, contro cui il centrodestra è compatto, a differenza di una sinistra permissiva che anche nelle coalizioni che si candidano ad amministrare le nostre città, come Verona ad esempio, annovera partiti dichiaratamente a favore delle legalizzazione e della depenalizzazione dei reati legati agli stupefacenti. Il lockdown ha influito negativamente sui nostri giovani ed è per loro, e per le loro famiglie, che nella nostra città verrà istituito un punto d’ascolto per quartiere. Un altro punto fermo per Fratelli d’Italia. Esattamente come per il reddito di cittadinanza: il lavoro dev’essere un valore. E le città ben amministrate dal centrodestra, come Verona, si confermano attrattive (Verona è prima in Veneto per offerta di lavoro) e ciò dà coraggio anche alle giovani coppie che vogliono mettere su famiglia. Verona “olimpica” va in questa direzione: tante opere, la variante alla Statale 12, i nuovi caselli autostradali a Verona Nord e Sud, la Fiera che abbiamo già rilanciato, l’ampliamento dell’aeroporto per turismo e indotto».

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail