Rana Verona, coach Stoytchev presenta il derby con Padova: “Dovremo essere lucidi e concentrati”

(di Gianluca Ruffino) Si accendono i riflettori sul derby del Veneto. Sabato alle 18 il PalaOlimpia apre le porte alla sfida tra Rana Verona e Pallavolo Padova, in occasione del match valido per la diciassettesima giornata di SuperLega, il terzultimo appuntamento di regular season degli scaligeri di fronte ai propri tifosi. Alla vigilia di una sfida fondamentale in ottica playoff, coach Stoytchev è intervenuto in conferenza stampa per presentare l’incontro con la compagine patavina. 

Le parole di Radostin Stoytchev

L’allenatore bulgaro ha analizzato così il modo di giocare degli avversari: “Quella contro Padova, nonostante la banalità, per noi è una partita importante, come lo sono tutte. Noi abbiamo bisogno di punti, ma anche per loro è così. In questa fase della stagione, a maggior ragione, lottiamo per ogni singolo punto. Padova è una squadra che ci ha battuto nel girone di andata, gioca una pallavolo con tre battitori forti che rischiano la battuta: Porro, Gardini e Garcia.

Il palleggiatore Falaschi ha grande esperienza non solo nel campionato italiano ma anche all’estero. Inoltre, arrivano da una partita importante contro Modena, quindi mi aspetto che siano carichi per la partita di domani. Io preferisco pensare sempre a noi: dovremo essere concentrati, lucidi, aggressivi sul campo. Se ci aspettiamo che Padova giochi male sbagliamo approccio. Il focus è stato su come migliorare le nostre cose. Abbiamo preparato la partita bene e conosciamo l’avversario. Adesso abbiamo la possibilità di utilizzare quasi tutti gli atleti al meglio”. 

Il coach scaligero è poi tornato sul match dell’andata. “La battuta è un’arma importante per Padova. All’andata hanno battuto sul nostro secondo libero e l’hanno messo in difficoltà, ma non è stato solamente quello il problema. Avevamo tanti giocatori fuori, ma ora siamo al completo. Loro come caratteristica rischiano in battuta, attaccano forte, cercano di fare subito punto e giocano una pallavolo molto veloce di banda, prendendosi anche in attacco e contrattacco qualche rischio in più” ha dichiarato Stoytchev, che poi ha commentato la sorprendente vittoria di Monza su Trento nella semifinale di Coppa Italia:

“Non mi ha fatto alcun effetto, conosco il campionato e so che tipo di squadra è. Il fatto che l’abbiamo battuta mi fa piacere perché era importante per noi, ma è un campionato talmente equilibrato che può cambiare tutto. Monza ha trovato una Trento sottotono ed è stata brava a sfruttare questa opportunità. Ciò non cambia i valori delle squadre, Trento rimane comunque una squadra molto forte. Io penso solo a noi, ai nostri risultati. Non guardo dove giocano gli altri, perché non voglio essere influenzato e focalizzarmi su quello che succede nel nostro campo. Dobbiamo pensare solo come fare il massimo”. 

Il coach ha infine concluso con una riflessione sullo stato della propria squadra: “In questo momento il bello della nostra squadra è che abbiamo tante soluzioni nei diversi ruoli. Con lo staff decidiamo alla fine chi scenderà in campo. Prima era molto più difficile a causa delle tante assenze. Ora possiamo fare più scelte. Mosca? Ha avuto una piccola distorsione, si sta allenando, per fortuna non era nulla di grave. Adesso valutiamo la sua situazione per domani, ma lui recupera molto velocemente”. 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail