Theo Airhienbuwa guida l’Italia U-18 alla larga vittoria sulla Cina con 17 punti a referto

(rfg) Italia Under18 sempre più nel segno di Theo Airhienbuwa – l’ala di Isola della Scala, classe 2006, in forza alla Scaligera Basket – che questa sera (domenica 31 marzo) all’Abert Schweitzer Tournament di Mannheim ha portato la nazionale azzurra alla larga vittoria sulla Cina: 109 a 85 (30-16 nel primo quarto, 26-21, 27-27 e 26-21 nell’ultima frazione di gioco).

Foto G. Masi/ Ciamillo-Castoria

Theo Airhienbuwa, 19.47 minuti sul parquet di Viernheim

Per Theo – 19.47 minuti sul parquet della Waldsporthalle di Viernheim – la partita è iniziata a poco più di due minuti dalla fine del primo quarto con un assist vincente al centro azzurro Luigi Suigo (Olimpia Milano). L’ala veronese è stata importante all’inizio del secondo quarto quando con diverse penetrazioni di forza nell’area cinese, convertendo 5 dei 6 tiri liberi ottenuti, ha contribuito a contenere il tentativo di rientro della squadra asiatica.

Alla fine, i punti a referto sono stati ben 17 (miglior azzurro, ma non il top scorer del match che è stato il centro cinese, classe 2007, Zhang Bo Yuan con 27 punti segnati): 5/10 complessivamente dal campo, 3/6 da due, 2/4 da tre, un assist, 5 rimbalzi e cinque falli imposti alla difesa cinese per un plus/minus di più 12.

L’Italia di coach Marco Sodini guida ora il raggruppamento B del torneo di Mannheim, davanti a Grecia e Serbia. Prossimo impegno per Theo Airhienbuwa e i suoi compagni sarà domani (1 aprile) contro la Germania U-17 che sinora ha già perso due partite e chiude la classifica. Per punti segnati meglio dell’Italia (182 fatti e 154 subiti) c’è soltanto l’Australia (189-106), una delle candidate alla vittoria finale. Dopo una giornata di pausa, l’Italia tornerà in campo il 3 aprile contro la Grecia.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail