Vecomp Academy raddoppia con una rassegna di cultura. Dopo impresa e attualità musicisti, storyteller e fotografi

Si chiama INAcademy e sembra indicare più un appuntamento con la cultura che il titolo di una rassegna. Ed è esattamente questa l’idea che hanno avuto in Vecomp nell’organizzare per Verona, accanto al fortunato ciclo di incontri sulla cultura d’impresa, una nuova serie di appuntamenti dedicati a personaggi e storie del mondo della musica, dello sport e dell’arte senza confini o etichette.

Si inizia il 18 gennaio con Omar Pedrini, il rocker ex leader dei Timoria, che presenterà il suo libro “La Locanda dello Zio Rock”, e si proseguirà poi il 23 gennaio con il fotoreporter di fama internazionale Fabio Bucciarelli, che tratterà il tema della responsabilità sociale della fotografia. Il 2 febbraio sarà quindi il turno di Diego Alverà, scrittore e storyteller che racconterà la vita e le gesta sportive del calciatore del Manchester United George Best. E poi ancora molti altri appuntamenti: il 6 febbraio con il critico musicale Giampaolo Rizzetto e l’attore Mauro Dal Fior, per conoscere la musica che ha accompagnato la contestazione in America negli Anni Sessanta e il 13 febbraio con Filippo Destrieri, storico tastierista e collaboratore di Franco Battiato.

“In Vecomp ci occupiamo di soluzioni e tecnologie informatiche ma siamo anche appassionati di musica, di storytelling, di fotografia, di cibo e di vino”, spiega Massimo Sbardelaro, titolare di dell’azienda veronese. “Ogni anno organizziamo diversi incontri su questi temi, e con il 2023 abbiamo deciso di rendere stabile questo impegno. Gli abbiamo dato il nome di INAcademy perché sono tutti appuntamenti che nascono dal mettersi INsieme con l’obiettivo di mettere IN comune tutto quello che ci affascina”.

Nonostante Vecomp sia un’azienda informatica, infatti, non ha intenzione di limitarsi alla sua attività “core”. Negli ultimi anni si è distinta per iniziative tutt’altro che collaterali, organizzando e proponendo sul territorio una rassegna di incontri, “Open”, dedicata a imprese e professionisti ma apprezzata anche da un pubblico generalista che l’ha seguita anche online durante i lockdown. Open si è così trasformata nel tempo in un vero e proprio Festival della Cultura d’Impresa a disposizione di Verona.

Come sottolinea Sbardelaro, organizzare questi appuntamenti che non parlano necessariamente di business (ma hanno a che fare con il mondo che ci circonda, e quindi anche di quell’economia che riguarda tutti) e offrirli alla cittadinanza “significa immergere il nostro lavoro dentro la cultura senza fermarci al semplice apprendimento immediato. In modo che le persone siano invogliate a osservare, pensare ed elaborare, trovare il bello del mettersi sempre in discussione”. Il calendario aggiornato di tutti gli incontri e le modalità per iscriversi gratuitamente è sempre disponibile online sul sito di Vecomp Academy.

Vecomp Spa SB è un’azienda informatica veronese nata nel 1981 e specializzata in soluzioni software gestionali e infrastrutture ICT Cloud per professionisti e imprese. Nel 2015 ha lanciato Vecomp Academy, un concept pensato per la formazione interna e che negli anni ha sviluppato alcuni format dedicati a imprenditori, professionisti e manager per divulgare una nuova cultura d’impresa, imperniata sulla conoscenza della realtà che ci circonda come strumento per crescere personalmente e professionalmente. Anche grazie a queste iniziative, Vecomp SpA nel 2022 si è evoluta e trasformata in Società Benefit, affiancando agli obiettivi di profitto anche alcune finalità non profit.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail